Arteven riapre le porte di una prima decina di teatri sparsi nella regione del Veneto per raccontare luoghi fondamentali nella crescita dell’identità dei territori, permettendo così al pubblico da casa di scoprire queste realtà. ‘Schiusi – I teatri sono vivi’ è un progetto che realizza dei video per descrivere gli spazi di ogni Teatro, illustrandone la storia e incontrando alcuni artisti che ne hanno calcato il palcoscenico. La carrellata video mostrerà l’interno e l’esterno di ogni Teatro con l’obiettivo di mettere in luce le caratteristiche architettoniche dello spazio, assieme ad altri due interventi: il primo affidato a uno storico o rappresentante del teatro e della città di riferimento per raccontare la storia dell’edificio; il secondo affidato a un attore di fama che ne è stato ospite o che lo sarà prossimamente. Una volta montati tutti i filmati, impreziositi anche da video e foto di spettacoli, saranno fruibili su myarteven.it e sul canale YouTube di Arteven.

«I Teatri sono un presidio culturale irrinunciabile dei nostri territori – dichiara Massimo Zuin, Presidente di Arteven -. Per questo, nonostante siano fisicamente preclusi al grande pubblico, abbiamo pensato di aprirli virtualmente attraverso dei racconti video che illustrino la storia e le caratteristiche architettoniche di questi luoghi straordinari». «Stiamo elaborando molti progetti che trasformano i teatri chiusi in luoghi aperti a tutti attraverso il web per farli guardare dentro -aggiunge Pierluca Donin, Direttore Generale di Arteven -, grazie alla guida di attori testimonial che stanno aiutando il Veneto ad avere una visione futura per la riapertura».

La prima registrazione è stata effettuata oggi a San Donà di Piave al Teatro Metropolitano Astra: ospiti Alessio Boni e Lele Marcassa. A seguire Giuliana De Sio parlerà dal Teatro Comunale Luigi Russolo di Portogruaro. Il 4 dicembre sarà la volta del Comunale di Thiene che ospiterà Laura Morante, mentre Maria Amelia Monti sarà al Teatro Sociale di Cittadella e al Teatro Comunale Ballarin di Lendinara. Infine, Ferzan Ozpetek si racconterà dal Teatro Toniolo di Mestre.