ShorTS International Film Festival 2020

ShorTS International Film Festival, organizzato dall’Associazione Maremetraggio, per la ventunesima edizione da Trieste arriva sul web dal 4 al 12 luglio 2020. Grazie al supporto tecnico di MYmovies e attraverso i canali ufficiali della manifestazione (Sito UfficialePagina FacebookInstagram) il festival sarà interamente online. Accanto alle sezioni competitive, fruibili gratuitamente sul web previa registrazione, il Festival organizzerà incontri online con professionisti del cinema. L’autore cui andrà il premio “Cinema del Presente” che presto verrà annunciato terrà una Masterclass.

Le sezioni del festival

ShorTS IFF conferma lo svolgersi delle sezioni competitive Maremetraggio, Shorter Kids’n’Teens, Nuove Impronte. Tra le novità del 2020, Science & Society, nuova sezione competitiva dedicata a corti internazionali che si contendono un premio di 3.000 euro. È realizzata con EuroScience Open Forum Trieste 2020, manifestazione europea di scienza, tecnologia, società e politica, prevista a Trieste dal 2 al 6 settembre 2020.

Maremetraggio

Storica sezione competitiva di ShorTS, a cura di Francesco Ruzzier, per Maremetraggio concorrono i corti vincitori di un premio a uno o più Festival a livello internazionale nel corso del 2019. Confermato il premio di 5.000 euro al miglior corto. In palio anche il premio al miglior corto italiano, il Premio “Prem1ere Film” per il miglior cortometraggio non distribuito e il “Premio AMC” per il miglior montaggio italiano.

Appuntamento anche con la proiezione online di cortometraggi fuori concorso. Dopo i corti da Kazakistan, Giappone, Ungheria, India, Regno Unito, Spagna e Islanda, il Festival propone una selezione di cinema breve estone, in collaborazione con l’Estonian Short Film Centre.

Shorter Kids’n’Teens

Nella sezione Shorter Kids’n’Teens partecipano cortometraggi dedicati ai giovanissimi, con due programmi per fasce di età, ciascuno con apposita giuria. La parte Kids è dedicata a bambini dai 6 ai 10 anni, e quella Teens a ragazzi dagli 11 ai 15 anni. Saranno gli stessi bambini e ragazzi a comporre le giurie che decreteranno i vincitori.

Nuove impronte

Confermato anche Nuove impronte, spazio dedicato ai migliori lungometraggi del cinema emergente di finzione e del reale, curato dalla giornalista e critica cinematografica Beatrice Fiorentino. È la sezione competitiva che accende i riflettori su registi esordienti ma già apprezzati per sguardo, coraggio e talento. I film in concorso si contenderanno il premio “miglior Film”, il “premio della Critica” assegnato dal SNCCI, il premio “migliore Produzione” dell’AGICI e il “premio ANAC” alla migliore sceneggiatura. MYmovies invece assegnerà il “Premio del Pubblico” all’opera più votata on line.

Gli eventi collaterali

Si svolgerà invece in modo ibrido la 24 Hours ShorTS Comics Marathon, la maratona di fumetti organizzata dal Festival. Si tratta di un contest gratuito dedicato a disegnatori che vorranno cimentarsi nel realizzare un cortometraggio a fumetti in sole 24 ore. Gli elaborati vincitori si aggiudicheranno la pubblicazione in un volumetto che raccoglierà il meglio dei lavori 2020. La giuria sarà composta da quattro importanti nomi della scena contemporanea del fumetto e non solo.

Appuntamento con lo ShorTS Pitching Training, workshop organizzato dall’Associazione Maremetraggio in collaborazione con Nisi Masa-European Network of Young Cinema che si svolgerà interamente online. Due giorni di formazione durante i quali i partecipanti, su base mondiale, impareranno come realizzare presentazioni (pitch) efficaci e persuasive dei loro progetti di cortometraggi. I partecipanti esporranno i loro pitching a fine workshop a una rosa di produttori selezionati.

La parola alla direzione

“È un anno particolare per tutti. Dopo aver riflettuto molto, siamo giunti alla conclusione che trasferirci online fosse l’unica strada percorribile per questa edizione” – afferma Chiara Valenti Omero, presidente e co-direttore del Festival- “Lavoreremo consapevoli che le difficoltà sono molte e che questa è una sfida di grande responsabilità, soprattutto per l’attenzione che bisogna prestare agli standard qualitativi e tecnici. ShorTS non dimentica che l’obiettivo primario del nostro Festival deve essere come sempre l’attenzione nei confronti tanto di autori e produzioni/distribuzioni quanto del nostro pubblico. Ovviamente questo avverrà nell’attesa di poterci rivedere e riabbracciare di persona, magari capitalizzando in futuro ciò che stiamo vivendo in questo periodo, che comunque ci lascerà qualcosa di positivo (inteso non in senso virulento…)”.

Aggiunge il co-direttore del Festival Maurizio di Rienzo: “l’eterogeneità e la peculiarità delle forme di Cinema espresse nelle diverse sezioni di ShorTS e i dialoghi, non solo tecnici, con registi e interpreti, resteranno il fulcro di un percorso di scoperte, confronti, idee, da considerare tutt’altro che ‘virtuale’. Un cammino che si originerà da Trieste, città e civiltà di storici incroci e confini mutanti, di spettacolare orizzonte creativo in questo inizio di millennio ampliato appunto dal nuovo Cinema che qui si pensa, sostiene, realizza, proietta”.

Luca Benvenuti