A Venezia torna il teatro di cittadinanza. Al Teatro Goldoni la nuova edizione del laboratorio ideato dal regista veneziano Mattia Berto per il Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale che sarà incentrata sul personaggio shakespeariano lagunare per eccellenza, Shylock. Venezia oltre il denaro”.

Più di altre città Venezia vive da sempre del rapporto con il denaro, perché  le ricchezze che l’hanno fatta crescere sono tesori commerciali, nati da scambi di gioielli, spezie e profumi. Anche nelle dinamiche sociali ed economiche della Venezia odierna, sempre più povera di abitanti e perennemente affollata di turisti, la rendita immobiliare e il denaro che genera svolge da parecchi anni un ruolo determinante nei processi di allontanamento della residenza dalla città storica, incentivando la destinazione turistico alberghiera del patrimonio immobiliare. Il mercante di Venezia” di William Shakespeare e la figura di Shylock sono al centro del nuovo percorso di teatro di cittadinanza che permetterà ai partecipanti di concentrarsi sul rapporto della città di Laguna con il dio denaro e il potere, favorendo la riflessione sulla relazione di ciascuno di noi con il denaro proprio e quello altrui, attraverso le parole senza tempo del Bardo.

Il nuovo progetto teatrale, per cittadini di età compresa tra i 20 e i 70 anni, prevede l’attivazione di due laboratori. Venti gli appuntamenti che si terranno, da ottobre ad aprile, il mercoledì sera dalle 19 alle 20.30, ai quali si aggiungeranno due performance in città e uno spettacolo finale al Teatro Goldoni. Un lavoro di sei mesi che permetterà ai partecipanti di indagare sulla città che abitano. Le iscrizioni sono aperte, per aderire al progetto e prendere parte ai laboratori basta inviare una mail all’indirizzo education@teatrostabileveneto.it.