“Trilobiti” di Breece D’J Pancake

Breece D’J Pancake morì suicida nel 1979, a quasi ventisette anni. Nel 1976, uno storico mensile americano, l’Atlantic Monthly, pubblicò il suo primo racconto. Il resto della raccolta uscì postumo, poco meno d’un lustro dopo (1983), divenendo una sorta di “caso letterario”. Per un banale errore di stampa, le iniziali del secondo e terzo nome (Dexter John) furono abbreviate come ‘D’J’.

Nella regione depressa del West Virginia, sui monti Appalachi in cui Pancake era cresciuto, si snodano paesaggi crepuscolari sui quali si stagliano e declinano vite comuni, talvolta disgraziate, ove l’autore sembra riuscire a trasfondere uno spleen peculiare, soprattutto attraverso l’uso delicato d’una scrittura essenziale ed incisiva.

Era proprio sulla collina di Company Hill che, uno dei protagonisti del primo racconto, ricercava trilobiti (crostacei fossili risalenti al Paleozoico, da cui deriva il nome della raccolta), che anche l’autore stesso era solito collezionare, oltre a punte di freccia ed armi.

Esseri umani e fauna, che la foschia impalpabile dello scenario impervio avviluppa in una ruggine violacea e trascina in uno spaccato sulfureo, dai contorni desolati e nebulosi. I personaggi sono individui ‘ordinari’: Colly, che coltiva canne da zucchero ed il suo amore contrastato per Ginny ‘dai bei fianchi’ trasferitasi altrove per l’università, oltre all’amarezza per la prematura dipartita del padre (anche Pancake perse il genitore ed il suo migliore amico in giovane età, nel 1975, cosa che lo spinse a convertirsi al cattolicesimo); Buddy il minatore, i suoi compagni di (s)ventura e il commiato da Sally; un marinaio col suo rimorchiatore, che compra la compagnia d’una ragazzina in cambio di solitudine e redenzione; Bo il meccanico, nonché cacciatore di opossum, il datore di lavoro Enoch e la peluria di Lucy; uno spazzaneve che dà un passaggio ad un autostoppista lungo la strada innevata; Reva, il mezzadro Jackie, il toro da competizione di Tyler, suo marito, e un figlio mancato; Skeevy, Alena, Harvey e molti altri volti ritratti con precisione nei loro piccoli drammi quotidiani, senza approssimazioni né caricature, come locomotive di passaggio nell’aria satura del tramonto.

Breece D’J Pancake
Trilobiti
ISBN Edizioni, 2010
pp. 189, € 9,00