Tratto dall’omonimo romanzo (2012, Mondadori) di Antonella Lattanzi, che sceneggia con il regista Leonardo D’Agostini e Ludovica Rampoldi, Una storia nera è un noir dal clima greve, una “storia nera” di violenza domestica.

È il compleanno della piccola Mara (Carola Orlandani), Carla (Letizia Casta) ha invitato anche l’ex marito Vito (Giordano De Plano), perché la figlioletta voleva il suo papà alla festa.
Con preoccupazione ma sorridenti arrivano anche i figli oramai ventenni, Nicola (Andrea Carpenzano) e Rosa (Lea Gavino).
L’atmosfera è tesa. Ma tutto sembra filare liscio. Il giorno dopo la sorella di Vito denuncia la sua scomparsa alla polizia. Qualche tempo dopo il corpo dell’uomo viene ritrovato nel fiume.
Carla è condotta in Questura per domande più o meno di rito.
Inizia un’indagine su quello che è successo all’uomo, una ricerca della verità.

Ci può essere una sola verità dopo anni e anni di violenze domestiche, denunce, separazioni? Esiste una linea di demarcazione tra bene e male?

La “storia nera” è quella di Carla – personaggio cui ruota intorno la storia di questo film – che ha subito, denunciato, si è separata, ma sempre con la paura di Vito, con l’angoscia che prima o poi l’ammazzasse.

Questo è un film corale dove ogni personaggi è una tessera indispensabile di un quadro di cronaca famigliare.

“Voi lo sapete perfettamente quello che pensate? Quello che volete? Voi potete dividere tutto con certezza, giusto e sbagliato, sì e no, questo e quello? Se voi potete io vi invidio con tutte le mie forze.” dirà Carla

Una Storia Nera funziona nella drammatica ricostruzione di una realtà attuale grazie alla sobrietà e compostezza di Letizia Casta; al dolore vissuto da tutta la vita rappresentato dal sempre più bravo Andrea Carpenzano (nel ruolo del figlio più grande); alla scrittura netta e pungente del PM Alaimo (Cristiana Dell’Anna).
Leonardo D’Agostini (Il Campione) indaga gli abissi del sospetto lasciando ai suoi attori lo spazio necessario per esprimersi.

La colonna sonora a firma di Stefano Ratchev e Mattia Carratello (edita da Edizioni Curci) sarà disponibile in digitale da venerdì 17 maggio.

Data di uscita:16 maggio 2024
Genere: Noir
Anno: 2024
Paese: Italia
Durata: 100 min
Produzione: Groenlandia, Rai Cinema
Distribuzione: 01 Distribution