Adam McKay, regista de La Grande Scommessa, ha scritto e diretto un brillante, nichilista biopic sul controverso deus ex machina dei Repubblicani: Dick Cheney.

McKay lucida il tono satirico del suo precedente film, prende in prestito da Michael Moore alcune tattiche narrative e ottiene una intelligente, malvagia tragicommedia sulla non convenzionale ascesa al potere di Cheney, da stagista poco promettente del Congresso a uomo più potente e pericoloso del pianeta (dal 2001 al 2009).
Christian Bale, mostruosamente ingrassato anche con l’aiuto di protesi, dà il suo fisico all’ex vice presidente di George W Bush (Sam Rockwell). Lentamente e inesorabilmente, sostenuto da una moglie spietata (Amy Adams), la cospirazione dei Cheney si districa dentro i labirinti minati della politica di Washington.

Ma attenzione non è una farsa, McKay si serve talvolta della satira e talvolta di un linguaggio shakespeariano per osservare la controversa figura di Cheney: dall’uso e l’abuso del potere istituzionale, uno spartiacque segnato da lui, al come si è arrivati a oggi: a una forma di dittatura presidenziale, a una profonda crisi costituzionale, a estremismi, a un bullismo di governo.

McKay e Bale Bale mostrano l’evoluzione personale dell’uomo. Un narratore, che fa anche da voiceover, che non vuole rivelare subito il collegamento con Cheney racconta di questo giovincello ubriacone del Wyoming, all’inizio degli anni Sessanta, che dopo aver abbandonato Yale e dopo aver conosciuto e sposato la decisa Lynne (“o hai il coraggio di diventare qualcuno o me ne vado”; “cercheranno sempre di portarti via il potere”), decide di rimettersi in carreggiata. Smette di bere del tutto, ma trasferisce le sue passioni al cibo e al potere, e si insinua nel potere di Washington grazie al suo mentore, il brusco e spavaldo Donald Rumsfeld (Steve Carell).

Astuto nel suo aspetto terrificante, cinico nel tracciare il percorso conservatore degli Stati Uniti, estremista nella precisione di disegnare i personaggi di un potere invisibile, Vice – L’Uomo nell’Ombra inserisce alcune scene fantasiose (esilaranti come i titoli di coda a circa metà film) ai margini; ma il circo degli orrori di avidità e potere messo in scena, beh quello si attiene alla Storia.

 

 

 

Titolo originale: Vice
Nazione: U.S.A., Regno Unito, Spagna, Emirati Arabi Uniti
Anno: 2018
Genere: Drammatico, Biografico
Durata: 132′
Regia: Adam McKay
Cast: Christian Bale, Amy Adams, Alison Pill, Steve Carell, Sam Rockwell, Alfred Molina.
Produzione: Annapurna Pictures, Gary Sanchez Productions, Plan B Entertainment
Distribuzione: Eagle Pictures, Leone Film Group
Data di uscita: 03 Gennaio 2018 (cinema)