“I dettagli, signor Doria, sono i dettagli a fare la differenza!”

Un giovane imprenditore, padre di famiglia, con la strada spianata verso un successo internazionale, si trova al centro di un’indagine per omicidio. Adriano Doria (Riccardo Scamarcio), questo il nome dell’industriale rampante, si risveglia in una camera d’albergo, chiusa dall’interno, accanto al corpo senza vita della sua amante, l’affascinante e ombrosa fotografa Laura (Miriam Leone).
L’uomo, accusato di omicidio, non ricorda cosa sia successo. Sostiene di essere caduto in qualche trappola…
Il suo avvocato, per la difesa in tribunale, lo mette nelle mani della penalista Virginia Ferrara (Maria Paiato), celebre nell’ambiente per non aver mai perso una causa, ma soprattutto decisa ad ottenere un altro successo prima di ritirarsi e andare in pensione.
Il regista Stefano Mordini (Acciaio) adatta con Massimiliano Catoni un thriller, remake dello spagnolo Contratiempo di Oriol Paulo. Ambientato nella provincia di Trento, è una storia dalla complessa eppure lineare forma hitchcockiana. Fedele all’originale nel gioco di tesi e confutazioni delle stesse, tiene viva l’attenzione dello spettatore. Mordini si serve di tutte le potenzialità di un buon cast (anche se talvolta pretende troppa noiosa e pesante enfasi nell’interpretazione) per sfruttare al massimo la tensione del genere thriller dove la mutevole verità e la giustizia privata giocano con le atmosfere gelide.

Titolo originale: Il testimone invisibile
Nazione: Italia
Anno: 2018
Genere: Thriller
Durata: 102′
Regia: Stefano Mordini
Cast: Riccardo Scamarcio, Miriam Leone, Fabrizio Bentivoglio, Maria Paiato, Alessandra Carrillo, Ascanio Balbo
Produzione: Picomedia
Distribuzione: Warner Bros. Pictures
Data di uscita: 13 Dicembre 2018 (cinema)

Il Testimone Invisibile aderisce al Protocollo T-Green per le buone pratiche di sostenibilità ambientale della Provincia di Trento.