Leonardo3 in mostra a Milano

Un progetto senza eguali che ha meritato il Riconoscimento del Presidente della Repubblica

“Leonardo 3 – Il mondo di Leonardo” è l’ultima frontiera che esplora vita e opere dell’uomo più celebre al mondo.

Di primo impatto si rischia di non comprendere appieno l’importanza di questa mostra, che in un certo senso rappresenta una svolta epocale: non soltanto per il modo in cui è concepita, ai limiti dell’avanguardia, ma anche per la serie di verità che porta alla luce, dopo secoli di studio attorno al genio di Leonardo Da Vinci.
Il digitale è il grande protagonista di Leonardo3 – Il mondo di Leonardo, allestito dall’1 marzo al 31 luglio presso Piazza della Scala a Milano, con ingresso sotto la Galleria Vittorio Emanuele II. Si tratta di un lavoro talmente curato e innovativo da aver ricevuto persino il Premio di Rappresentanza del Presidente della Repubblica.

Da parte di chi l’ha visitata, il consiglio è quello di spenderci qualche minuto in più, “mettendo le mani” sui molti sistemi multimediali che aprono le porte a un Leonardo ignoto e inatteso. A partire dal Codice Atlantico, sarà possibile curiosare tra le tante macchine e strumentazioni progettate da Leonardo nel corso della sua vita: quelle finalizzate alla guerra, in linea con lo spirito di un Rinascimento battagliero; quelle che avrebbero dovuto portare l’uomo a volare, osservando il “funzionamento” di animali come la libellula e il pipistrello; quelle progettate per puro intrattenimento, ad esempio un leone in legno che avrebbe dovuto omaggiare il Re di Francia.

Di certo, visitando le sale della mostra si resta affascinati dalla genialità che caratterizzava la mente di un uomo divenuto celebre come pittore, tanto quanto come scienziato: di fatto Leonardo era un “tuttologo”, il cui incredibile talento prendeva le mosse da una grande curiosità nei confronti del reale e di tutto ciò che lo compone.

Dalla città ideale ai bozzetti giovanili, dalle pagine scritte (al contrario, lo si sa) allo studio innovativo sull’Ultima cena, il Da Vinci che emerge da questa mostra è qualcuno che potremmo definire nuovo, diverso rispetto a tutto ciò che è già stato visto, studiato e rappresentato fino ad oggi. Un mondo “ideale” come le sua città, che accosta alla mostra vera e propria una serie di workshop e attività, il cui interesse principale è rivolto alle scuole e ai ragazzi. Non solo: attorno al progetto milanese orbita una rete di collegamenti internazionali che va dal Canada a New York, dal Qatar al Messico e al Brasile, senza dimenticare altre città d’Italia coinvolte nel network.

Insomma, siamo davanti a una mostra senza eguali che va sviscerata a fondo in tutta la sua complessità per essere ben compresa e apprezzata. Perciò munitevi di tempo e partite, pronti ad alzare il velo sulla vita e sulle opere dell’uomo forse più celebre del mondo.

“Leonardo3 – Il Mondo di Leonardo”
Mostra con scoperte, anteprime mondiali e stazioni interattive multimediali
1 marzo – 31 luglio 2013
Piazza della Scala, Ingresso Galleria Vittorio Emanuele II
Aperta tutti i giorni, dalle 10:00 alle 23:00.
Anche festivi e festività.
www.leonardo3.net

CONDIVIDI
Articolo precedente“Lib” la web serie con le giovani star dei Cesaroni Micol Olivieri e Niccolò Centioni
Prossimo articoloKlee – Melotti
Avatar
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.