“The Wild Hunt” di Alexandre Franchi

Giochi di ruolo e realtà

Milano Film Festival 2010 (Concorso)

Evelyn lascia il fidanzato Erik per andare nei boschi dove si svolge un gioco di ruolo (in gergo, “Larp”, live action role-playing) che porta i partecipanti a vestire i panni di Celti e Vichinghi. In passato anche Erik partecipava agli stessi giochi, ma oggi, assorbito dalle faccende della vita quotidiana (il lavoro, la cura del padre malato), li ritiene stupidi (“giocare tutta la vita è da perdenti”). Temendo che la fidanzata lo abbandoni per sempre, questa volta, però, la segue: il suo arrivo sul campo da gioco porta a un superamento dei confini tra la realtà e la messa in scena che si concluderà con esiti tragici.

The Wild Hunt parte da uno spunto originale che consiste nell’ambientare nel contesto dei giochi di ruolo la classica idea del contrasto e della mescolanza tra finzione e realtà (da molti film esplorato in relazione alle dinamiche di un set cinematografico o all’allestimento di uno spettacolo teatrale).

Sullo sfondo di questo spunto narrativo stanno poi risvolti ambiziosi. Nell’angoscia di Erik (i “sogni oscuri” che lo affliggono) – e nella contrapposizione tra lui e il fratello che ancora crede in questi giochi e ai miti che vi stanno dietro (i due personaggi possono essere visti come due facce di uno stesso individuo) – si intravede il tema della perdita di senso di cui parlano i filosofi del “postmoderno” e i sociologi della “società liquida” e, quindi, il tema dell’invenzione di riti e di azioni collettive che diano all’esistenza degli individui un significato che trascenda le contingenze della vita quotidiana.

Ma se, come si diceva, lo spunto di The Wild Hunt è interessante, la realizzazione non appare all’altezza dell’idea di partenza. La prima parte, che si sviluppa con toni di commedia venati da un po’ di malinconia, soffre di qualche lentezza, ma, complessivamente, funziona e, con il suo andirivieni tra la realtà più prosaica e la dimensione del fantasy, diverte. Quando però cambia direzione con una svolta tragica e truculenta del tutto esagerata e non adeguatamente preparata e “giustificata”, il film perde la bussola. Si conclude così accumulando più di un finale e lasciando emergere anche qualche ambiguità nella risoluzione del tema della violenza e dell’“eroismo”.

Titolo originale: The Wild Hunt
Nazione: Canada
Anno: 2009
Durata: 96’
Regia: Alexandre Franchi
Cast: Mark A. Krupa, Ricky Mabe, Tiio Horn, Trevor Hayes, Kent McQuaid, Nicolas Wright, Claudia Yurt, Kyle Gatehouse, Spiro Malandrakis, Victor Trelles, Holly O’Brien, Martin Stone, Terry Simpson
Produzione: Animist Films
Distribuzione: Archlight films U.S.A.
Sito ufficiale: http://www.wildhuntfilm.com/
Data di uscita: Milano Film Festival 2010 (Concorso)