“PRIVATE PRACTICE” – PRIMA STAGIONE

Una rossa tutto pepe

Stanca della solita routine e decisa a dare una svolta definitiva alla sua vita, la dottoressa Addison Forbes Montgomery (Kate Walsh), lascia il Seattle Grace Hospital per unirsi all’Oceanside Wellness Group di Los Angeles, dove può continuare a lavorare come ginecologa e lasciarsi alle spalle un matrimonio ormai finito. Nuovi colleghi, nuovo posto di lavoro, nuovi pazienti e forse nuovi amori…

“Voglio un cambiamento, mi serve un cambiamento”.
In questo modo Addison, nella prima puntata di Private Practice, conclude spiegando a Richard (James Pickens Jr.) le motivazioni che la spingono al trasferimento e al congedo definitivo dal Seattle Grace Hospital.

Private Practice nasce come spin-off della serie Grey’s Anatomy, presentato con un doppio episodio speciale durante la terza stagione dal titolo L’altro lato della nostra vita parte 1 e 2.
In fondo era abbastanza ovvio che venisse scelta Addison per una nuova serie: una disastrosa vita amorosa in cui ha visto cadere a picco il suo matrimonio, Mark non si è dimostrato l’uomo più adatto per costruire una relazione seria e una storia con Alex, il giovane tirocinante, sarebbe stata fuori luogo, sono le premesse giuste per costruire una nuova storia.

Così assieme ad Addison ci troviamo catapultati da Seattle a Los Angeles; dal Seattle Grace Hospital all’ Oceanside Wellness Group; dalla costante pioggia alla giusta miscela di “sole-mare”; da un ambiente tipicamente ospedaliero fatto di sale operatorie, emergenze e attrezzi del mestiere ad un mondo privato e più intimo, in cui la medicina tradizionale si mescola a quella alternativa, alle visite a domicilio e alla terapia di coppia.
In questo ambiente si inserisce Addison. Una donna ormai libera che tiene in mano la sua vita, che se ne va per le strade guidando la decappottabile e i capelli rossi svolazzanti al vento; che gioca con l’affascinante collega Pete Finch (Tim Daly), facendo la femme fatale e balla nuda nel suo nuovo appartamento, accanto a quello del Dott. Sam Bennet (Taye Diggs), che ha da poco divorziato da Naomi (Audra McDonald).

Nonostante non si possa fare a meno di notare un evidente cambiamento nello spirito della nostra “rossa tutto pepe”, più vivace, spigliata e divertente, ci rendiamo conto che qualcosa non va.
Si ha la sensazione che la Dottoressa dai capelli rossi non riesca ad amalgamarsi con il resto dei personaggi, che quell’ambiente non le appartenga fino in fondo.
Causa di tutto questo è forse il fatto che come spettatori ci ricordiamo la Addison del Grace Hospital, dove i suoi atteggiamenti erano spesso conseguenza delle azioni degli altri personaggi e la relazione “clandestina” con il giovane Alex aveva ormai iniziato ad appassionare il pubblico.
E’ il rischio che corrono tutte quelle serie nate dallo spin-off di una serie precedente.
Pensiamo ad esempio a Joey, spin-off di Friends con protagonista Joey Tribbiani (Matt LeBlanc).
In quell’occasione la NBC sospende addirittura la trasmissione della serie al quattordicesimo episodio della seconda stagione, nonostante fossero stati previsti ventidue episodi. La motivazione va ricercata in un calo sempre più consistente di ascolti.
Un altro aspetto che gioca a sfavore di Private Practice è il fatto che nel momento in cui sembra iniziare una certa fidelizzazione dello spettatore e anche le storie si fanno più coinvolgenti, la serie si interrompe. A causa dello sciopero degli sceneggiatori, infatti, la produzione è costretta a bloccare le riprese e a costituire la stagione di solo nove puntate.
Due fattori che sicuramente non hanno giovato alla serie e che non le consentono di decollare secondo le premesse.
Vedremo cosa accadrà nella seconda stagione prevista negli Stati Uniti per l’autunno 2008.

TITOLO ORIGINALE: Private Practice
PRIMA TV USA: 26 settembre 2007 – ABC
PRIMA TV ITALIA: 10 dicembre 2007 – Fox Life
IDEATORE: Shonda Rhimes
CAST: Kate Walsh (Addison Forbes Montgomery), Taye Diggs (Jackson Sam Bennet), Audra McDonald (Naomi Bennett), KaDee Strickland (Charlotte King), Tim Daly (Peter Wilder), Amy Brenneman (Violet Turner), Chris Lowell (William “Dell” Parker)