“Viaggio nell’isola misteriosa” di Brad Peyton

Allacciate le cinture

Con Viaggio nell’Isola Misteriosa ci troviamo di fronte a un secondo capitolo (il primo è Viaggio al centro della Terra) forse ancora più entusiasmante, senz’altro divertente, adatto ad un pubblico che abbia voglia di scoprire nuovi mondi, trascorrendo un’ora e mezza di avventura.
Protagonista indiscussa è nuovamente la fantasia scientifica, immortale, di Jules Verne, che ha regalato ai giovani un mondo incredibile fatto di eroi, audaci sfide e valorose imprese in luoghi tanto meravigliosi quanti pericolosi.

Sean Anderson (Josh Hutcherson) è l’erede di una famiglia di esploratori, il padre e lo zio, verniani, gli hanno fatto scoprire e vivere il mondo che Verne aveva raccontato in Viaggio al centro della Terra. Lui e suo nonno Alexander (Michael Caine) sono gli unici testimoni che possono confermare che Jules Verne ha descritto mondi che realmente esistono.

Trasferitosi a vivere con la madre (Kristin Davis) e con il compagno di lei, Hank (Dwayne Johnson), il ragazzo, oramai diciassettenne, ha voglia di avventura, non si sente a suo agio, non si sente capito, nella “nuova” famiglia. Dopo essersi messo in guai seri, affronta il discorso con Hank, dicendogli che ha ricevuto un messaggio criptato da suo nonno, disperso da anni, e che deve raggiungerlo. Hank, ex marine ora costruttore, cerca in tutti i modi di trovare un punto di comunicazione con Sean; così decide di aiutarlo a decifrare il messaggio, scoprendo, che è stato inviato da Alexander. Il nonno di Sean, dopo anni di ricerche e fallimenti, è riuscito a trovare l’Isola Misteriosa. Con l’aiuto del libro scritto da Verne, con L’Isola del Tesoro di Stevenson e I viaggi di Gulliver di Swift, Sean ed Hank partono alla destinazione dell’Oceano Pacifico.

Assoldati un pilota di elicotteri (Luis Guzmàn) e la sua giovane figlia (Vanessa Hudgens), Sean ed Hank intraprendono un viaggio nell’occhio del ciclone, che li condurrà in un’impresa euforica e pericolosa, fatta di lucertole gigante, elefanti minuscoli, creature temibili in paesaggi fantastici, che rispecchiano la fluttante e fervida immaginazione di Verne. In una giungla che nasconde una città misteriosa, il gruppo di naufraghi trova Alexander. Ma l’entusiasmo si attenua subito, perchè l’isola sta naufragando e loro la devono abbandonare il prima possibile, servendosi di un “passaggio” quanto mai speciale.

Secondo lungometraggio del regista Brad Peyton, Viaggio nell’ Isola Misteriosa, realizzato con la massima tecnologia del 3D, è un film che potrebbe reggersi in piedi anche senza il supporto della terza dimensione. Perché gli effetti speciali d’avanguardia, la sceneggiatura, i personaggi, la rappresentazione accurata delle pagine di Verne, sono costruiti con ottimi tempi e incastri, dove il ritmo non perde mai terreno.

Al di là delle dinamiche familiari, piuttosto noiose, anche se servono da trampolino, tra cascate mozzafiato, un vulcano che erutta oro, farfalle e formiche giganti, api che si lasciano cavalcare (basta non guardarle negli occhi), panorami incontaminati, un mondo marino altrettanto spettacolare, il tutto arricchito da un copione dove i dialoghi sono sciolti e vivaci, Viaggio nell’Isola Misteriosa sa trasportare sul grande schermo le pagine eterne di avventure, che sapranno sorprendere il pubblico.
Dwayne Johnson si conferma un attore che sa tenere le redini della scena, senza togliere spazio agli; e Michael Caine nei panni dell’esploratore è anche credibile.

Tanta azione e divertimento, con la speranza che, uscendo dalla sala, chi non ha mai letto Verne abbia l’impulso di entrare in libreria.

Titolo originale: Journey 2: The Mysterious Island
Nazione: U.S.A.
Anno: 2012
Genere: Azione, Avventura, Fantastico
Durata:
Regia: Brad Peyton
Cast: Josh Hutcherson, Dwayne Johnson, Michael Caine, Vanessa Hudgens, Kristin Davis, Luis Guzmán, Anna Colwell, Michael Beasley
Produzione: New Line Cinema, Contrafilm, Walden Media
Distribuzione: Warner Bros. Pictures Italia
Data di uscita: 24 Febbraio 2012 (cinema)