L’edizione Italiana del Montblanc de La Culture Arts Patronage Award 2018, che da 27 anni rende tributo ai Mecenati odierni che continuano a far prosperare l’Arte impegnando altruisticamente risorse finanziarie, tempo ed energia in progetti culturali, ha individuato nella Fondazione Memmo con sede a Roma la vincitrice di quest’anno.

La Fondazione Memmo nasce nel 1990 per volontà del suo fondatore, Roberto Memmo, con l’intento di avvicinare al mondo dell’arte il pubblico, attraverso la conoscenza diretta di capolavori di tutti i tempi e delle più varie civiltà. Nel 2012, grazie all’iniziativa di Fabiana Marenghi Vaselli Bond e Anna d’Amelio Carbone, la Fondazione Memmo presenta un nuovo programma espositivo interamente dedicato al panorama artistico contemporaneo. L’obiettivo è quello di contribuire allo sviluppo di un tessuto culturale territoriale in una visione globale, connettendosi a realtà internazionali e promuovendo l’interazione fra gli artisti e la città di Roma, i suoi luoghi, le sue storie, le sue eccellenze nell’ambito delle tecniche artistiche e della tradizione artigianale.

Till Fellrath, Sam Bardaouil

La cerimonia del premio (che anche quest’anno ha rinnovato la prestigiosa Partnership con Artissima) si è svolta all’interno della sede della Fondazione a Roma alla presenza dei presidenti della Fondazione Culturale Montblanc, Till Fellrath e Sam Bardaouil e della Direttrice di Artissima Ilaria Bonacossa.

«Come direttori della Fondazione Memmo vogliamo esprimere la nostra gratitudine nel ricevere il Montblanc de la Culture Arts Patronage Award 2018», hanno commentato Fabiana Marenghi Vaselli Bond e Anna d’Amelio Carbone, aggiungendo: «si tratta di un riconoscimento prestigioso che premia anni di intensa attività a favore dell’arte contemporanea, della sua produzione e della sua diffusione. Siamo davvero grate alla Fondazione Culturale Montblanc per averci selezionato: la loro generosità rappresenta per noi una meravigliosa opportunità per dar vita a un progetto con il quale la Fondazione Memmo intende supportare gli artisti italiani all’estero. E teniamo a ringraziare anche la direttrice di Artissima, Ilaria Bonacossa, per aver suggerito il nostro nome».

Fabiana Marenghi Vaselli Bond e Anna d’Amelio Carbone. Direttori della Fondazione Memmo

«Artissima – ha aggiunto Ilaria Bonacossacrede nella qualità della ricerca artistica nazionale ed è felice di unirsi a questo progetto a sostegno degli artisti italiani. Solo supportando le future generazioni e offrendo opportunità di confronto e dialogo internazionale possiamo garantire loro la visibilità che si meritano. La Fondazione Memmo e le istituzioni private che offrono un programma pubblico di mostre e di programmi educativi rappresentano sempre più una risorsa fondamentale per lo sviluppo dell’arte nel nostro paese».

Grazie all’importante riconoscimento ottenuto con il Montblanc de la Culture Arts Patronage Award, la Fondazione vuole affermare e accrescere il supporto alle arti che ne contraddistingue l’operato. Grazie alla spinta offerta dal premio, infatti, si intende inaugurare un programma di residenze a Londra dedicate agli artisti italiani, proseguendo in questo modo l’attività di confronto, scambio e connessione tra artisti e istituzioni di contesti diversi. Il ciclo di residenze finanziato dalla Fondazione Memmo con il contributo del Montblanc de la Culture Arts Patronage Award, durerà quattro anni, offrendo una borsa della durata di tre mesi a quattro diversi artisti. Le residenze saranno ospitate presso il centro Gasworks di Londra con lo scopo di offrire agli artisti il tempo per svolgere la propria ricerca in un contesto inusuale, confrontandosi con la vitalità della scena artistica londinese. A partire da gennaio 2020, l’artista scelto avrà a disposizione studio, accomodation e un per diem, beneficiando inoltre degli eventi, scambi con altri artisti e diversi curatori all’interno di Gasworks.

«Grazie al loro generoso impegno, i Mecenati d’Arte hanno un concreto impatto sia sulla comunità artistica che sulla società in senso più ampio, contribuendo a rendere l’arte più accessibile al grande pubblico, arricchendone le menti e ispirando le future generazioni con punti di vista innovativi», spiega Vincent de Montelascot, Board Member della Fondazione Culturale Montblanc. «Il contributo di questi Mecenati è essenziale per sostenere e nutrire con nuova linfa, lo scenario artistico nazionale ed internazionale».

Tutti gli anni in concomitanza con il premio, Montblanc rende inoltre omaggio a uno storico mecenate con uno strumento da scrittura in edizione limitata. La Patron of Art Limited Edition 2018 si ispira alla straordinaria eredità di Ludwig II, conosciuto anche come “Re dei Cigni” o “Re delle Fiabe”.

Montblanc Patron of Art Limited Edition 2018