Nato da un’idea dello chef stellato Carlo Cracco in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Paridevitale e il supporto di Sky Arte HD (il canale televisivo di riferimento riguardante il mondo dell’arte), Galleria Cracco by Sky Arte è un’innovativo progetto volto a far conoscere al grande pubblico una serie di artisti italiani contemporanei.

Tre volte l’anno, le cosidette “lunette” che sovrastano le vetrine del nuovo ristorante di Carlo Cracco in Galleria Vittorio Emanuele a Milano, saranno oggetto di interventi site specific, con opere realizzate anche con l’obiettivo di rendere l’arte il più accessibile possibile, infatti basterà attraversare la Galleria Vittorio Emanuele per fruire delle opere gratuitamente, 24 ore su 24.

Il primo lavoro commissionato, che debutterà il 14 aprile durante i giorni della ventitreesima edizione di miart, la fiera internazionale d’arte moderna e contemporanea di Milano, è Heterochromic (Rosa e Carlo), realizzato dall’artista Patrick Tuttofuoco, frutto di una riflessione intimamente legata al concetto di identità.

Nella mia ricerca sono sempre interessato al fenomeno della ‘polarità’; che si tratti di dicotomia o fusione, quello che cerco di fare è indagare quei fenomeni secondo cui dalla giustapposizione di due elementi prende vita una forma sola, un concetto unico, visibile e comprensibile”, ha affermato Patrick Tuttofuoco. “In Heterochromic i due elementi su cui mi sono trovato a riflettere sono Carlo Cracco e Rosa Fanti, sua compagna di vita nel senso più ampio, e di come le due identità uomo e donna si possano fondere in un progetto così importante”.

Heterochromic richiama una caratteristica somatica che causa in una stessa persona occhi dai colori differenti, da qui l’idea di trasformare le due lunette di Galleria Cracco in due occhi, quello di Carlo e di Rosa, rendendoli come parti di uno stesso individuo.

Il lavoro Tuttofuoco ha inoltre tenuto conto di due elementi: il primo è l’eccellenza dell’artigianalità italiana, che lo accomuna alla chef Cracco, seppur i due operino in ambiti diversi. La seconda caratteristica è la location. Galleria Vittorio Emanuele II infatti è un luogo decisamente distintivo e ricco di carattere e storia; da qui la decisione di utilizzare il neon, materiale dalla dichiarata connotazione artigianale ed elegante, protagonista sì del contemporaneo, ma allo stesso tempo con un forte accento di tradizionalità.

Patrick Tuttofuoco apre il ciclo di installazioni
site-specific con Heterochromic (Rosa e Carlo)

Ristorante Cracco
Galleria Vittorio Emanuele II, Milano
Dal 14 aprile a ottobre 2018