Al Teatro delle Muse la meraviglia di Mozart e Vivaldi

Il concerto che ha incantato Ancona

E’ una formazione particolare e del tutto eterogenea quella che il 26 settembre ha fatto tappa al Teatro delle Muse di Ancona per un concerto di rara bellezza.

La Classical Concert Chamber Orchestra degli Usa è stata in questo caso guidata non già da un Direttore d’Orchestra come tanti, ma da Ashot Tigranyam, musicista con il talento del violino nel sangue. Vederlo eseguire del vivo i più bei pezzi di Mozart e Vivaldi, due pilastri della musica classica, ha lasciato senza parole il pubblico presente in sala. C’è infatti qualcosa di speciale in quest’uomo eclettico che, prima di fondare e dirigere la sua orchestra, è stato allievo di Leonid Konag, tra i più celebri a apprezzati insegnanti presso il Conservatorio di Mosca.
Ascoltandolo dare voce e potere alle note dei due compositori, si nota in Ashot una predilezione naturale a fare del violino un prolungamento delle sue stesse mani – velocissime – come se fosse una parte di sé: lui suona alcuni dei pezzi più difficili e studiati di sempre, con la naturalezza di chi stia andando a comprare un gelato. Ed è proprio questo – lo scomparire della tecnica magistrale dietro alla spontaneità e al divertimento dell’uomo amante del proprio strumento – a renderlo eccezionale.

Il programma che la Classical Concert Chamber Orchestra ha scelto di eseguire nella tourné italiana è costituito da un primo tempo dedicato a Mozart, nello specifico il Concerto per violino No. 4 in Re maggiore, K. 218 e il Concerto per violino No. 5 in La maggiore, K. 219. C’è stato poi un intervallo e quindi si è ripreso con uno dei giganti più amati di sempre: Le quattro stagioni di Vivaldi.

Bravissimi tutti i membri dell’Orchestra, 31 talenti provenienti da tutto il mondo e ormai conosciuti a livello internazionale, che hanno la propria sede nella solare California, dove il gruppo è nato nel 2006 fondato dallo stesso Tigranyam. Dopo essersi fatta conoscere e apprezzare in America e ora anche in Europa (in particolare in Spagna, Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia e Regno Unito) l’Orchestra ha puntato anche sull’Italia, con 11 date che hanno avuto luogo fino al 28 settembre nelle principali città italiane. L’ensemble proseguirà ora il tour in Francia, Stati Uniti e America Latina.

Il programma del Teatro delle Muse ha invece in previsione dal 16 al 19 ottobre “La scena” di Cristina Comencini.

www.cccorchestra.com

CONDIVIDI
Articolo precedente“Annabelle” di John Robert Leonetti
Prossimo articoloDVD: “Principessa Mononoke”
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.