DVD: “C’era una volta in Anatolia”

Ritratto turco

La trama

La trama si basa sulla ricerca di un cadavere nella notte, in una zona sperduta dell’Anatolia: gli inquirenti, su indicazione dell’assassino, reo confesso, tentano di trovare la sepoltura improvvisata in un campo, ma ciò che all’inizio pare una faccenda da sbrigare in un paio d’ore, si trasforma quasi in una caccia al tesoro.
L’assassino fatica a ritrovare il luogo, vuoi per la tensione, vuoi perché la scarsa luce notturna non facilita le ricerche; gli animi iniziano ad esasperarsi, e il freddo della steppa non aiuta.
Mano a mano che si va avanti con la storia, il regista intreccia la ricerca in atto con una graduale messa a fuoco dei singoli protagonisti, che mostrano allo spettatore le loro peculiarità attraverso i dialoghi con gli altri personaggi. Questi, che inizialmente appaiono semplici osservatori, gradualmente acquistano un ruolo sempre più rilevante, e le dinamiche dell’inusuale situazione portano alcuni dei protagonisti ad una profonda riflessione interiore.

Il Film

Diretto dal talentuoso regista turco Nuri Bilge Ceylan, questo insolito poliziesco era stato per pubblico e professionisti del settore un autentico colpo di fulmine a Cannes 2011, dove infatti aveva ricevuto il Gran Premio della Giuria, premio questo che si era andato ad aggiungere ad altri due successi già ottenuti sulla Croisette dal cinquantatreenne regista e fotografo istanbuliota. Nuri Bilge Ceylan pretende molto dallo spettatore ma in cambio gli regala due ore e mezza di balletti sull’abisso dell’anima, trasformando in un’opera-mondo in cui tutti gli esseri umani possono ritrovare un pezzetto del proprio io contorto quella che in mano ad altri sarebbe stato soltanto un buon poliziesco ricco di complesse sfumature psicologiche.

Il DVD

Buona edizione per un film tanto ricercato dal punto di vista stilistico e fotografico da necessitare di un comparto tecnico per l’edizione home video di primo livello per rendere al meglio la visione del regista. E in effetti il risultato dell’edizione proposta da CG Home Video pare ottimo soprattutto nelle scene più luminose, con primi piani taglienti e una scene precisa, mentre lo è un po’ meno sulle scene più scure, dove si intravede una leggera grana e qualche artefatto imputabile alla compressione. Le tracce audio sembrano soddisfacenti (anche se quelle originale è solamente stereofonica) e restituiscono bene il parlato. Tra gli extra troviamo solo un trailer.

Dettagli tecnici
Formato dischi: Doppio strato
Formato video:
2.35 PAL
Tracce audio:
Italiano Dolby Digital – 5.1,
Turco Dolby Digital – 2.0
Sottotitoli:
Italiano,
Italiano (non udenti)
Contenuti extra
trailer