Sicilian Ghost Story e incontro con Giorgio Vasta al Kinodromo

Time Changes Space / Space Changes Time a Bologna

Kinodromo è lieto di ospitare, lunedì 19 febbraio, Giorgio Vasta, scrittore e sceneggiatore cinematografico. Durante l’evento Giorgio Vasta dialogherà con il pubblico di Kinodromo concentrando l’attenzione sulla narrazione di spazi molto diversi tra loro come i deserti americani e la città di Palermo, sul legame tra spazio fisico e percezione del tempo.
L’incontro presso lo spazio del LOFT Kinodromo sarà moderato da Alberto Sebastiani.

Nel suo ultimo libro Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani – edito da
Humboldt/Quodlibet con le fotografie di Ramak Fazel e di Giovanna Silva – Vasta affronta la
questione dello spazio nel paesaggio americano.
Absolutely Nothing traccia un itinerario che collega scrittura documentaristica e fiction,
riflessione e autobiografia per provare a comprendere cosa accade ai luoghi – e alle
nostre esistenze – quando le persone che li hanno abitati (che ci hanno abitati) se ne
vanno via.”

Giorgio Vasta che sarà il direttore creativo del Bookpride Milano 2018, è impegnato insieme ad Elena Stancanelli nella stesura della sceneggiatura del nuovo film di Emma Dante e condividerà con il pubblico di Kinodromo alcuni spunti di quest’ultima storia ambientata a Palermo.

A seguire nella sala dell’Europa Cinema verrà proiettato Sicilian Ghost Story, film realizzato da Fabio Grassadonia e Antonio Piazza e selezionato da Giorgio Vasta per ragionare ancora una volta sulla rappresentazione dello spazio.

Il film, basato su una storia vera, ripercorre in modo surreale le vicende che portarono alla morte di Giuseppe Di Matteo, vittima del delitto più efferato della mafia siciliana. I registi, prendendo spunto dal romanzo di Marco Mancassola Non saremo confusi per sempre, hanno deciso di adottare il punto di vista di un personaggio femminile: Luna.
Nel mese di novembre del 1993, in un piccolo paese siciliano ai margini di un bosco, scompare Giuseppe, un ragazzino tredicenne figlio di un boss mafioso divenuto collaboratore di giustizia. Luna, compagna di classe di Giuseppe, non si arrende alla misteriosa sparizione del ragazzo di cui è innamorata e si ribella al clima di omertà e complicità che la circondano. Pur di ritrovare Giuseppe, la ragazza intraprende il cammino nel mondo oscuro che lo ha inghiottito e solo il loro indistruttibile amore le permetterà di ritornare indietro. Luna attraverso i suoi sogni e l’amore per Giuseppe è in grado di ricreare la realtà e salvarsi.

“E’ l’unico modo possibile per salvarsi da un mondo che uccide i bambini” spiegano i registi.
“Il bosco è il custode del loro segreto. Mentre la natura e l’acqua sono stati fondamentali per il racconto perché accoglievano i nostri due protagonisti e permettono anche il risorgere della vita e la metamorfosi.”
Sicilian Ghost Story è una co-produzione Italia-Svizzera-Francia, ha aperto la 56esima Settimana della Critica del Festival di Cannes, ed ha tra i riconoscimenti il Premio Nastro d’argento come miglior fotografia e scenografia.

TIME CHANGES SPACE / SPACE CHANGES TIME
IL RACCONTO DELLO SPAZIO E DEL TEMPO TRA PALERMO E I DESERTI NORDAMERICANI

Incontro e dialogo con Giorgio Vasta, modera Alberto Sebastiani

LOFT Kinodromo – via S.Rocco 16 Bologna – h19.30 ingresso con tessera AICS

A seguire SICILIAN GHOST STORY – regia di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, ITA 2017

Kinodromo  Europa Cinema- via Pietralata 55/a Bologna – h21.15 ingresso 5€ con tessera AICS

Evento a cura di Arianna Callegaro e Luca Mazza
www.kinodromo.org
https://www.facebook.com/kinodromo/

Foto: courtesy Ramak Fazel