La musica è l’unica compagnia durante le estati dove l’afa dilata il tempo e chi resta tra asfalto e serrande tirate giù accusa di più il peso non condivisibile della solitudine.

San Donato Beach è la colonna sonora di persone sole, che trascorrono agosto in città al ritmo di Se perdo te o de Il Mondo.

“San Donato d’estate fa schifo” lo dice al regista uno degli abitanti del quartiere periferico bolognese, San Donato.

Il regista Fabio Donatini inquadra case popolari, osserva volti, ascolta le persone. La periferia d’estate è il bancone di un bar aperto che fa da confessionale o pone una barriera alla noia e permette di interagire con chi c’è dietro, è uno sgabello con tavolino all’esterno che offre un panorama sull’asfalto immobile.

La fatica di vivere di Reza, la malattia del gioco di Andrea, l’emarginazione causata dalla depressione di Patrizia, un anziano accumulatore seriale, vengono raccontati in prima persona davanti alla macchina da presa. Le loro storie sono pagine di romanzi aperti, il loro racconti mostrano senza filtri il loro disagio.
Il senso opprimente di sentirsi solo non fa distinzioni di sesso, di origine, di età. La solitudine può essere rabbiosa, amara, desolante, angosciante, faticosa, rancorosa.
È un tema se vogliamo sgradito, qui affrontato al netto di demagogia o sentimentalismo.

San Donato Beach, prodotto da Zarathustra Film, ha compiuto un percorso di ben due anni di lavoro e due mesi estivi di riprese “Da tempo volevo raccontare la solitudine – spiega il regista – un argomento davvero ampio ed incontrollabile. Trovare cosa portava le persone a dire “Mi sento solo…”., gli amici a dire “Non sto bene, ho bisogno di qualcuno al mio fianco…”. Capire perché io stesso fuggivo e tutt’ora fuggo dai luoghi pieni di gente, per poi puntualmente sentirmi in colpa, e sentire salire la malinconia della notte insonne”.

Regia: Fabio Donatini
Scrittura: Fabio Donatini e Antonello Grassi
Primo assistente alla regia: Daniele Balboni
Secondo assistente alla regia: Gloria Dardari Produzione:Fabio Donatini e Nicola Spaccucci Assistente alla produzione: Chiara Nicoletti Produttore creativo: Francesco Merini
Fotografia: Ebraheemi Shappour
Audio: Fabio Donatini, Antonello Grassi, Daniele Balboni Sound design: Jacopo Trapani per StudioLab Montaggio: Nicola Spaccucci
Grafica: Nathalia Chubanu