GAD Giudecca Art District riapre i propri spazi al pubblico dopo l’emergenza Covid-19 che aveva causato l’interruzione temporanea e lo slittamento del programma espositivo, il cui inizio era previsto a marzo scorso. Il 17 luglio, GAD Giudecca Art District è lieta di presentare il primo appuntamento di 222.Prospettiva Comune un progetto che si svilupperà in più momenti e che si pone l’obiettivo di indagare il soggetto del paesaggio e della sua riproduzione nella dimensione contemporanea analogica e virtuale. 

Il titolo della mostra prende spunto dal celeberrimo “precetto” del Trattato della Pittura nel quale Leonardo Da Vinci esprime la teoria sulla prospettiva che ne caratterizza l’opera e diverrà caposaldo della ricerca delle successive generazioni di artisti. In questa prima tappa  222.Prospettiva Comune curata da Pier Paolo Scelsi e Francesca Mavaracchio, presenta il lavoro di tre giovani artisti attivi a Venezia, Angela Grigolato, Jingge Dong e Laura Omacini, che tramite differenti medium, pittura, fotografia, stampa su materiale tessile, focalizzano la loro attenzione sull’unico elemento formalmente assente, ma intimamente presente nelle loro opere: l’essere umano e la sua percezione.
L’elemento umano, come strumento di traduzione dell’immagine in volontà e rappresentazione, è posto al centro di una continua e necessaria tensione verso “l’orizzonte” punto di limite in quanto spazio di incontro, di commistione e connessione.

Angela Grigolato, trainlandscape3

“E’ in noi che i paesaggi hanno paesaggio”

Scrive Fernando Pessoa ne Il libro dell’inquietudine mettendo in moto un cortocircuito tra soggetto e oggetto del guardare, nel quale l’elemento puramente estetico del paesaggio perde il suo ruolo centrale di oggettività a favore del ruolo soggettivo dell’osservatore, unico vero luogo  possibile della percezione, medium attraverso il quale la traduzione e la narrazione del reale che lo circonda si rende possibile.

222.Prospettiva Comune sarà la prima mostra del nuovo programma di GAD Giudecca Art District per il periodo 2020-2021, LIVING IN THE BEYOND – LANDSCAPES OF COEXISTANCE, ovvero, Vivere nell’Oltre – Paesaggi di coesistenza.
Il programma che si snoderà nel corso di due anni comprenderà  mostre personali e collettive, incontri, video-proiezioni, performance, conferenze ed eventi, coinvolgendo svariati partner, curatori, artisti e istituzioni italiane e internazionali e vedrà il suo apice a maggio prossimo durante la 17esima Biennale di Architettura. Il programma presenterà una serie di riflessioni legate allo spazio nelle sue varie forme e accezioni: spazio fisico o virtuale, luogo geografico e luogo mentale, paesaggio reale, virtuale o immaginato, intersecandosi con tematiche come quelle dell’abitare e del co-abitare, dello sradicamento territoriale e del nomadismo, del confinamento e dello sconfinamento.  

 

Jingge Dong, Landscape of chaos#13

222.Prospettiva Comune
a cura di Pier Paolo Scelsi
co curatrice Francesca Mavaracchio
coordinamento e comunicazione Elisamaria Covre
17 luglio 2020 ore 18.30
GAD – Giudecca Art District
Giudecca 211-c Venezia

La mostra sarà poi visitabile in forma privata e su prenotazione scrivendo a

staff@giudecca-art-district.com