La XXI edizione del Proscenio Aggettante, il Festival Fitel del Teatro Sociale, è in programma dal 23 al  28 settembre tra Parma e Piacenza, nei teatri di Soragna, Ragazzola, Fiorenzuola, Fontanellato. La serata finale si svolgerà a Fidenza, dove la giuria presieduta da Paola Pitagora consegnerà i premi assegnati. Durante questa edizione saranno ospitate le compagnie, selezionate nei diversi Festival regionali, provenienti da Campania, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. Per il Veneto è stato scelto il gruppo Il Portico Teatro Club del Cral Telecom di Venezia. Giovedì 26 settembre alle 21 la compagnia metterà in scena nel Teatro di Fontanellato “El cavalier de spirito”, testo minore goldoniano proposto  nell’adattamento di Gabriele Ferrarese, fra gli interpreti dell’allestimento , di cui cura anche la regia. Si tratta di  una commedia sorprendentemente attuale dove “le contraddizioni, le paure dell’amore, le nevrosi, le indecisioni, le ripicche e le gelosie descritte, sono  vicine alla  odierna sensibilità del pubblico”. Oltre a Ferrarese, ne sono interpreti Bruno Pietro Spolaore,  Marco De Cassan, Laura Favaretto, Flavia Del Giudice, Claudio Maistrello e Andrea Ghedin. Le altre compagnie che partecipano al Festival sono i Farfoj  per il Piemonte con il testo “La Berta an-namorà” di Adriana Quaranta , LiberaMente Cesena per l’Emilia-Romagna con “Amleto therapy” e la Compagnia Instabile per la Campania con “Filumena Marturano”.