La seconda stagione di Narcos

Su Netflix torna l'avvincente serie dedicata a Pablo Escobar

Dopo il grandissimo successo della prima stagione non poteva non esserci la seconda. Ha fatto bene Netflix  a produrre Narcos insieme a José Padilha, la serie creata da Chris Brancato, Carlo Bernard e Doug Miro,tutta incentrata sull’ascesa di Pablo Emilio Escobar Gaviria a signore assoluto dei narcotrafficanti.

narcos1

I primi dieci episodi raccontano la vera storia della dilagante diffusione della cocaina e dello sviluppo di uno dei più grandi “cartelli” internazionali, quello di Medellin, in Colombia. Una storia dura, a tratti atroce, quella raccontata da Narcos, dove la realtà, in certi casi, supera pure la finzione.

(L to R) PEDRO PASCAL and BOYD HOLBROOK star in NARCO. NARCOS S01E04 "The Palace in Flames"

Tutto ruota intorno alla figura di Emilio Escobar (interpretato magistralmente da Wagner Moura) e dai due agenti della DEA che gli stanno continuamente addosso, lo statunitense Steve Murphy (Boyd Holdbrook) e il colombiano Javier Pena (Pedro Pascal, già visto ne Il Trono di Spade). Uno strano triangolo quello formato dai due agenti e dal narcotrafficante, dove ciascuno dei lati nasconde un po’ di oscurità.

In the United States, the Mafia makes witnesses disappear so they can’t testify in court. In Colombia, Pablo Escobar made the whole court disappear — Steve Murphy

E se tutta la prima stagione seguiva l’ascesa di Escobar a capo incontrastato del narcotraffico, la seconda stagione, come si può ben immaginare, sarà dedicata al suo completo declino. Non c’è pericolo di spoiler dunque, la storia la si conosce, sarà molto più interessante scoprire il modo in cui verrà rappresentata.

Bravi gli attori e bravissimo Moura a dare la faccia, gesti ed espressioni a una delle figure più controverse degli ultimi anni. Ottima la scelta del cast, buona la regia e la sceneggiatura che offre dialoghi e battute che diventano citazioni.

Plata o Plomo – Pablo Escobar

Ma attenzione, non può esserci fascino, e nemmeno fascinazione per lo spietato mondo del traffico di droga, e se anche per certi aspetti la personalità malvagia e controversa di Escobar potesse suscitare un minimo di curiosità, e bene sempre ricordare come il tutto sia strettamente connesso alla realtà e di conseguenza alla violenza, alla illegalità e alla brutalità.