MAURIZIO CATTELAN A MILANO

Mostre ed installazioni sempre al confine tra genio e provocazione

L’artista contemporaneo italiano più conosciuto nel panorama artistico internazionale conquista Milano con una personale a Palazzo Reale (in versione ristretta, sembra per problemi di budget del Comune) e una provocatoria installazione di fronte al Palazzo della Borsa.

Instancabile provocatore e castigatore di luoghi comuni, artista autodidatta e scaltro manipolatore del mondo della comunicazione, Maurizio Cattelan è nato a Padova nel 1961 ma da anni vive e lavora a New York. È stato definito da Jonathan P. Binstock, curatore d’arte contemporanea come “uno dei più grandi artisti post dadaisti e post-duchampiani e un furbacchione, anche”.

Tra le sue opere più note c’è sicuramente “La Nona Ora” (1999) scultura in lattice, cera, tessuto, con scarpe in cuoio e pastorale in argento, che rappresenta papa Giovanni Paolo II colpito da un meteorite e che sarà esposta fino al 24 ottobre nella sala delle Cariatidi.
Realizzata nel 1999 per lo show Apocalypse della Royal Academy di Londra, quest’opera è stata battuta da Christie’s nel 2001 per la cifra record di 886.000 dollari, all’epoca equivalenti a due miliardi di lire.
Accanto a “La Nona Ora” sono esposte a Palazzo Reale anche il tamburino-drummer “Untitled” (2003) e la donna crocifissa di “Untitled” (2007).

L’esposizione sarà visitabile solo in orario serale, dato che la Sala delle Cariatidi – espressamente scelta da Cattelan per il suo ritorno a Milano e riaperta per l’occasione – è tutt’ora oggetto durante il giorno di lavori di restauro che la riporteranno all’antico splendore.

Il percorso milanese di Maurizio Cattelan continua a Piazza Affari, dove è stata collocata l’opera “L.O.V.E.” (2010), una scultura in marmo di Carrara di 11 metri che raffigura un’enorme mano con tutte le dita mozzate, tranne il dito medio.
Essa evoca il saluto nazista come gesto paradigmatico degli orrori e degli errori del secolo scorso. L’istallazione, nelle intenzioni dell’artista, deve essere letta in relazione alle opere presenti a Palazzo Reale secondo la logica inscritta nello spirito della mostra, che è appunto “contro tutte le ideologie”. Anche se in molti vi hanno letto piuttosto un segnale forte rivolto ad luogo simbolo dell’economia italiana protagonista in tempi recenti di scaldali, crisi e corruzione.

Tra le opere esposte anche un libro curato dall’artista, con testi di Francesco Bonami, che presenta in 44 tavole il percorso di Maurizio Cattelan.
Il ricavato della mostra andrà alla Fondazione Memoriale della Shoah per la sua realizzazione al Binario 21 della Stazione Centrale di Milano.

MAURIZIO CATTELAN
dal 24 settembre al 24 ottobre 2010
Milano, Palazzo Reale – Piazza Affari
Orari Sala Delle Cariatidi: lunedì-venerdì 17.00-22.30; sabato 9.30-22.30; domenica 9.30-19.30; la biglietteria chiude 30 minuti prima
Biglietto: 5 euro
[www.comune.milano.it/palazzoreale/->www.comune.milano.it/palazzoreale/]