“PRIMA DEL VERO” DEI SUITE

ALBUM D’ESORDIO DEL GRUPPO BOLOGNESE

Il primo album è sempre un esperimento, un modo per mettersi alla prova, e forse è il test più difficile da superare per una band, per cercare di avere un futuro musicale, per riuscire ad emergere tra le tante nuove proposte che affollano il mercato discografico.

I Suite sono un gruppo ufficialmente nato nell’estate 2003, ma che già suonano insieme dai tempi delle scuole superiori. Dopo un primo Ep autoprodotto, nel 2006 registrano il loro primo album “Prima del vero” per la Yugenmusic. La band è composta da Paolo Contissa, voce e chitarre, Matteo Zucconi, basso e contrabbasso, Davide Nicodemi, pianoforte, organo hammond e synth, Emiliano Galati, chitarre, Riccardo Frisari, batteria e percussioni.

I cinque ragazzi propongono un pop rock fresco, che strizza l’occhio un po’ al brit pop, soprattutto nei brani “E il centro?” e “Anna”, forse i migliori dell’album, ma, per rimanere in ambito italiano, si possono avvicinare alle Vibrazioni e ai Negramaro, sia come sonorità (chitarre leggermente distorte e ovattate, effettistica e melodie) che come testi, soprattutto nei brani “Quadri bianchi”, “Il semplice suono che ha” e “Parole per chi sei”.

“Prima del vero” si muove su suoni conosciuti, tra brani frizzanti e brani malinconici, mostra le qualità musicali del gruppo, il loro affiatamento, ma non si rivela essere particolarmente incisivo, fatta eccezione per “E il centro”, brano orecchiabile e radiofonico, probabilmente l’unico che risalta davvero. La produzione è molto curata, sia dal punto di vista della registrazione, che della presentazione dell’album in una confezione digipack, anche se la grafica ricorda un po’ gli album dei “Tre allegri ragazzi morti”.

Nel complesso si può definire un buon esordio, che lascia spazio a una crescita della band, che naturalmente sta cercando di trovare la sua personale strada stilistica per poter esprimersi al meglio.

Tracklist:
Di pioggia mi perdo
E il centro?
Anna (diveno e tivvu)
Quadri bianchi
Il semplice suono che ha
Parole per chi sei
Aria e nuvole
La stanza
Giudicandido
www.suitenet.it