Se consideriamo che un noto sito di video pornografici ha “ospitato” in esclusiva il red band trailer di questo film, potremmo definire le nostre aspettative percettibilmente meno pessimiste del solito.
Lo sceneggiatore e scrittore Filippo Bologna dirige il suo primo film con un cast di ottimi attori, ma il suo copione è troppo teso a voler essere o diventare qualcosa di troppo. Infatti il film non riesce a raggiungere la soglia di una commedia stuzzicante, figurarsi quella della black comedy.
Sì perché anche senza leggere le dichiarazioni di Bologna, si capisce fin dai primissimi minuti che la sua intenzione era quella di fare una commedia nera, feroce, all’italiana. Gli attori ci sono. Il soggetto anche. Manca un appetitoso sviluppo della storia, che vorrebbe, ma non riesce.

Ambientato in montagna, il 31 dicembre, questo film narra le gesta di alcune coppie e di due fattorini che devono consegnare un buffet di ostriche, aragoste e champagne per un cenone in una baita. Tre coppie si sarebbero date appuntamento in questo chalet di montagna per un capodanno tra scambisti. Qualcosa va storto e nella dinamica della serata si inserisce un’altra coppia che per necessità prova a reggere il gioco. Romano (Alessandro Haber), maturo e decadente politico in sedia a rotelle è accompagnato da quella che potrebbe essere sua nipote, Nancy (Vittoria Puccini), depressa da analisi sono i primi a essere accolti da Mirko (Luca Argentero) e Iole (Ilenia Pastorelli), marito e moglie piuttosto stravaganti che dicono di aver appena comprato la casa. Alla porta bussano Domitilla (Isabella Ferrari) femme fatale e signora dell’alta borghesia con quello che all’apparenza sembra essere il suo toy-boy (Ludovico Succio).
Nulla va come previsto, anche perché ogni coppia ha un segreto o non dice di essere chi è veramente. In questa baita, disabitata dagli anni 80, con una collezione di dischi di quegli anni, mentre la scena è dominata dal ritmo “il cobra non è un serpente”, la serata piccante e trasgressiva diventa uno scontro tra non abbiamo bene capito cosa. Generazionale? Di classe? Sociologico?
Cosa fai a capodanno? delude e non poco per non saper dire nulla di nuovo o almeno dirlo in modo diverso.

Titolo originale: Cosa fai a Capodanno?
Nazione: Italia
Anno: 2018
Genere: ìThriller
Durata: 95′
Regia: Filippo Bologna
Cast: Luca Argentero, Ilenia Pastorelli, Alessandro Haber, Vittoria Puccini, Isabella Ferrari, Valentina Lodovini, Riccardo Scamarcio, Ludovico Succio, Massimo De Lorenzo, Carlo De Ruggeri, Sidy Diop, Arianna Ninchi
Produzione: Paco Cinematografica
Distribuzione: Vision Distribution
Data di uscita: 15 Dicembre 2018 (cinema)