Nella consueta conferenza stampa parigina che anticipa di circa un mese l’inizio ufficiale del Festival di Cannes (8-19 maggio 2018), il Direttore Artistico Thierry Fremaux e il Presidente del Festival Pierre Lescure hanno svelato i film in concorso della 71esima edizione della kermesse cinematografica.

La selezione ufficiale vede prima di tutto il ritorno, dopo vent’anni di assenza, di Spike Lee con BlacKkKlansman. L’altro film americano in concorso è il noir Under the Silver Lake di David Robert Mitchell con Andrew Garfield.

L’Italia torna protagonista sulla Croisette con ben due pellicole in competizione: Dogman di Matteo Garrone e Happy as Lazzaro di Alice Rohrwacher. Esclusa (almeno per il momento) la partecipazione del tanto atteso film in due parti di Sorrentino (Loro e Lui), che potrebbe però rientrare in gioco in una speciale proiezione Fuori Concorso, grazie ad cut unico destinato alla distribuzione internazionale ancora in via di definizione.

Nella selezione di Un Certain Regard presente anche Valeria Golino con Euphoria.

La Francia, che come da tradizione vede tre pellicole in concorso, è rappresentata da Stephanie Brize con il film At War, con Vincent Lindon, e Christophe Honore, che torna a Cannes con Vincent Lacoste interpretato da Sorry Angel. Conclude la selezione il veterano Jean-Luc Godard, che manda sulla Croisette l’ultima sua fatica, Le Livre d’image (The Book of Images).

L’Asia gode di un’importante selezione che include due film giapponesi. L’habitué del Festival Hirokazu Koreeda con Shoplifters è accompagnato dalla nuova entrata Ryusuke Hamaguchi con Asako I & II. Il regista cinese Jia Zhangke torna a Cannes con Ash is the Purest White, mentre l’autore coreano Lee Chang-dong porta Burning.

Il regista iraniano Jafar Panahi, che ha vinto la Camera d’Or nel 1995 per The White Balloon, presenta in anteprima Three Faces. Panahi, che nel 2015 si è aggiudicato l’Orso d’Oro di Berlino con Taxi, è stato agli arresti domiciliari in Iran dal 2011 e bandito dal suo paese. Fremaux ha menzionato durante la conferenza che Cannes farà del suo meglio per avere Panahi presente per l’anteprima.

Il premio Oscar Pawel Pawlikowski è per la prima volta in competizione con Cold War, un dramma romantico in bianco e nero. Il film di apertura, Everybody Knows di Asghar Farhadi con Javier Bardem e Penelope Cruz, è al tempo stesso in competizione.

Tra le proiezioni speciali ci sono Pope Francis – A Man of His Word di Wim Wenders, The State Against Mandela di Nicolas Champeaux e Others di Gilles Porte. Fuori Competizione invece Solo: A Star Wars Story di Ron Howard.

Il chiacchierato The House That Jack Built di Lars Von Trier, con Matt Dillon nel ruolo di un serial killer, è per ora escluso, ma, come dichiarato dallo stesso Fremaux, potrebbe tornare in gara nelle prossime due settimane. Non saranno invece certamente presenti i nuovi film di Xavier Dolan e Jacques Audiard, quasi sicuramente entrambi a Venezia.

Assente, come del resto era prevedibile, Woody Allen, mentre Netflix, dopo la decisione della direzione del Festival di escludere i suoi film dal Concorso ufficiale se non distribuiti nelle sale francesi, ha deciso di non portare alcuna pellicola a Cannes. Quindi il tanto atteso The Other Side of the Wind di Orson Welles sarà molto probabilmente anch’esso presente a Venezia.

Di seguito la lineup completa:

Competizione
Everybody Knows, Asghar Farhadi
At War, Stephane Brize
Dogman, Matteo Garrone
Le Livre d’image, Jean-Luc Godard
Asako I & II, Ryusuke Hamaguchi
Sorry Angel, Christophe Honore
Girls of the Sun, Eva Husson
Ash is Purest White, Jia Zhangke
Shoplifters, Hirokazu Koreeda
Burning, Lee Chang-dong
Capernaum, Nadine Labaki
Blackkklansman, Spike Lee
Under the Silver Lake, David Robert Mitchell
Three Faces, Jafar Panahi
Cold War, Pawel Pawlikowski
Happy, Lazzaro, Alice Rohrwacher
Yomeddine, A.B. Shawky
Summer, Kiril Serebrennikov

Fuori Competizione
Solo: A Star Wars Story, Ron Howard
Le Grand Bain, Gilles Lellouche

Un Certain Regard
Border, Ali Abbasi
Sofia, Benm’ Barek
Little Tickles, Andrea Bescond and Eric Metayer
Long Day’s Journey Into Night, Bi Gan
Manto, Nandita Das
Sextape, Antoine Desrosieres
Girl, Lukas Dhont
Angel Face, Vanessa Filho
Euphoria, Valeria Golino
Friend, Wanuri Kahiu
My Favorite Fabric, Gaya Jiji
The Harvesters, Etienne Kallos
In My Room, Ulrich Kohler
El Angel, Luis Ortega
The Gentle Indifference of the World, Adilkhan Yerzhanov

Midnight Screenings
Gongjak (The Spy Gone North), Yoon Jong-Bing
Arctic, Joe Penna

Special Screenings
Pope Francis – A Man of His Word, Wim Wenders
The State Against Mandela and the Others, Nicolas Champeaux and Gilles Porte
La Traversee, Romain Goupil
To the Four Winds, Michel Toesca
Les Ames Mortes (Dead Souls), Wang Bing
O Grande Circo Mistico (Le Grand Cirque Mystique), Carlo Diegues
10 Years in Thailand, Aditya Assarat, Wisit Sasanatieng, Chulayarnon Sriphol and Apichatpong Weerasethakul