“BLACK BLOCK” di Carlo Augusto Bachschimdt

Quella maledetta notte del 2001

Controcampo Italiano 2011
Il regista Carlo Augusto Bachschmidt presenta alla Mostra del Cinema di Venezia un documentario sulle giornate di protesta e repressione in relazione al G8 tenutosi a Genova nel 2001.

A dieci anni di distanza dalle drammatiche vicende del G8 genovese, Carlo Bachschimtd ricompone un quadro di un episodio quasi dimenticato, accantonato: le violenze inflitte ai manifestanti durante l’improvviso blitz alla scuola Diaz e le successive torture subite alla caserma di Bolzaneto.
E’ il giorno seguente alla tragica morte di Carlo Giuliani, i manifestanti si recano per dormire in uno dei pochi luoghi autorizzati, la scuola Diaz, proprio contando sull’ipotetica maggior sicurezza dell’edificio. Durante la notte qualcuno avverte rumori all’esterno dell’istituto e intravede un numero spropositato di poliziotti pronti all’assalto. La paura, l’incredulità e la voglia di fuggire si abbattono sugli ospiti della scuola Diaz ancor prima dei manganelli e dei calci dei loro aggressori.

Il regista Bachschimtd si affida alle testimonianze di alcuni protagonisti dell’assedio della scuola Diaz per descrivere la tragica notte del 2001. Coordinatore del “controG8/Genova” e consulente tecnico durante i processi per i fatti del G8, l’autore ricostruisce le dinamiche dell’aggressione grazie ai dolorosi ricordi dei suoi interlocutori. Le parole dei ragazzi, tutti quanti stranieri, come la maggior parte degli ospiti della scuola Diaz, colpiscono fin dai primi istanti la sensibilità dello spettatore attraverso descrizioni che trasmettono la forza di voler continuare a parlare di vicende tanto dolorose affinché venga fatta giustizia.

Black block è un documentario sobrio e stimolante che colpisce per la lucidità con la quale Bachschimtd è riuscito a sfruttare le personali storie dei sette protagonisti per fornire un’informazione reale e profonda su quella maledetta notte del luglio 2001. A dispetto di un’indifferenza mediatica nei confronti dell’accaduto e dei processi che si stanno susseguendo, il film presentato a Venezia nella sezione Controcampo Italiano|Controcampo italiano, prodotto da Fandango ed in edicola a partire da metà settembre, riporta alla luce uno dei fantasmi più scomodi della recente storia italiana e impone allo spettatore l’obbligo di ricordare un dramma troppo brutale ed ignobile per essere dimenticato.

Black block
Titolo originale: Black block
Nazione: Italia
Anno: 2011
Genere: Documentario
Durata: 76′
Regia: Carlo Augusto Bachschmidt

Produzione: Fandango
Distribuzione: Fandango

Data di uscita: Venezia 2011

CONDIVIDI
Articolo precedente“QUANDO LA NOTTE” DI CRISTINA COMENCINI
Prossimo articolo“I’m Caroline Parker the Good, the Mad and the Beautiful” di Jonathan Demme
Avatar
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Giornalisti del Veneto dal 2010. Vincitore del concorso di critica cinematografica "Premio Alberto Farassino" nel 2008 e selezionato fra gli autori pubblicati nel volume "53 esordi critici" (ed. Lampi di stampa, 2009), collabora con la rivista online NonSoloCinema dall'autunno del 2007. Appassionato di cinema classico, ha concentrato l'attività di collaborazione per la Sezione Cinema partecipando come inviato a numerosi festival cinematografici. Dal 2009 è Presidente dell'associazione culturale Cineforum Labirinto, aderente al CINIT - Cineforum Italiano, che organizza proiezioni, corsi e incontri cinematografici nella città di Treviso.