“La Bayadère” del St Petersburg Ballet Theatre

UN GRANDE CLASSICO PER CHIUDERE LA STAGIONE DI DANZA DEL TEATRO COMUNALE CITTA' DI VICENZA

Ancora una prima nazionale per la conclusione della Stagione di Danza del Teatro Comunale Città di Vicenza: sarà “La Bayadère” presentata in prima nazionale dal St Petersburg Ballet Theatre, domenica 16 maggio 2010 alle ore 21.00, coreografia originale di Marius Petipa, musica di Ludwig Minkus, a dare l’arrivederci alla nuova stagione all’affezionato pubblico di Vicenza Danza XIV edizione.
Un balletto classico, caratterizzato da suggestioni scenografiche orientaleggianti e da una impareggiabile tecnica, interpretata al massimo livello dalla grande scuola russa, chiude in modo eclatante una stagione ricca di appuntamenti di altissimo livello (sette i titoli in calendario, due in doppia data, quattro prime nazionali, una prima europea). Lo spettacolo sarà preceduto, come di consueto, dall’Incontro con la Danza, domenica 16 maggio 2010 alle ore 20.00, condotto da Remo Schiavo, esperto e autorevole conoscitore della danza, della musica, del teatro.

La Stagione di Danza del Teatro Comunale Città di Vicenza, Vicenza Danza 2009/2010, è promossa e sostenuta dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza in collaborazione con Arteven, con il sostegno di Fiamm, Estel Studio, Develon – Main Sponsor – IGVI Industrie Grafiche Vicentine, Inglesina, AFV Gruppo Acciaierie Beltrame – Official Partner – Gemmo Impianti Partner, Il Giornale di Vicenza e Classica-Sky 728 come media partner; è dedicata alla memoria del marchese Giuseppe Roi, raffinato conoscitore della danza e generoso sostenitore dell’arte, scomparso lo scorso anno.

“La Bayadère” rappresentata per la prima volta nel 1877 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, divenne subito il punto di svolta per la carriera del suo creatore Marius Petipa e per tutto il balletto russo.
L’intricata trama, particolarmente cara alle platee ottocentesche, narra di esotismo, promesse amorose tradite, sentimentalismo, romanticismo e gusto per il soprannaturale.
Il St. Petersburg Ballet Theatre è una delle più prestigiose compagnie in grado di interpretare magistralmente e nella versione tradizionale i grandi classici della danza.
”La Bayadère” è considerata infatti una delle produzioni piú riuscite dell’ensemble russo per la capacità di mettere in risalto l’alto livello tecnico ed interpretativo dei suoi solisti come dell’intero corpo di ballo; è stata presentata nel maggio dello scorso anno al Théâtre des Champs-Elysées a Parigi; dopo la prima di Vicenza sarà al Teatro Comunale di Ferrara il 20 maggio e a Cremona al Teatro Ponchielli il 23 maggio.

Il balletto, ambientato in India e fortemente permeato di quell’esotismo così alla moda nella seconda metà del XIX secolo è definito dalla critica un magistrale esempio di ”ballet à grand spectacle”,
un genere in cui confluiscono tutti gli stilemi del balletto tardoromantico, diventato nel tempo un severo banco di prova per formazioni che ambiscono ad essere paladine della tradizione accademica.

Nella versione in scena a Vicenza, con la fascinosa étoile Irina Kolesnikova nel ruolo di Nikiya, accompagnata dalla grande forza espressiva e dalla sapiente tecnica di tutti gli interpreti, “La Bayadère”
ribadisce che è ancora possibile proporre al pubblico contemporaneo degli spettacoli ambiziosi, concepiti nel rispetto fedele della tradizione e tuttavia intrisi dal fascino moderno dell’interpretazione irreprensibile della grande scuola russa.

Il St Petersburg Ballet Theatre è stato fondato nel 1994 da Kostantin Tatchkin, attuale direttore artistico della Compagnia, raccogliendo i migliori giovani talenti formati nelle prestigiose accademie di danza della città di San Pietroburgo. La Compagnia è una delle più importanti formazioni di balletto classico di tutta la Russia e continua ad ottenere, oltre a grandi successi internazionali, ottimi riconoscimenti dalla critica di tutto il mondo, a conferma dell’indiscutibile livello professionale ed artistico dei suoi interpreti. Nel repertorio della Compagnia ci sono tutti i grandi classici del balletto: oltre a “La Bayadère”, “Giselle”, “La Bella Addormentata”, “Don Chisciotte”, “Lo Schiaccianoci”, “Chopiniana”, “Paquita”, “Il Lago dei Cigni” (quest’ultimo in scena in Italia il 18 maggio a Udine e il 19 a Pordenone).

A Vicenza, per la data di domenica 16 maggio 2010 i biglietti sono esauriti, disponibili sono in caso di rinuncia: il loro costo, è di 35 euro (30 euro ridotto, 25 euro under 18).

Informazioni per i biglietti: Teatro Comunale di Vicenza tel. 0444.324442, fax 0444.236336
www.tcvi.it – [biglietteria@tcvi.it->biglietteria@tcvi.it]