“MICHAEL CLAYTON” di Tony Gilroy

Anche gli avvocati hanno una coscienza

Concorso
Michael Clayton (Clooney) risolve problemi. Per lo meno sul lavoro. Quando un cliente dello studio legale Kenner, Bach e Ledeen, uno dei più importanti della Grande Mela, deve sbrigare qualche spinosa questione, è lui che si occupa di tirarlo fuori dai guai e di nascondere lo sporco sotto il tappeto. Nella vita privata invece, per Michael le cose non sono mai altrettanto sotto controllo: un divorzio, il vizio del gioco, investimenti sbagliati, un debito cospicuo e pochi soldi per onorarlo alla svelta. Ma quando un patteggiamento da tre miliardi di dollari, per un’azione collettiva contro la U/North, società rappresentata dallo studio di Clayton, rischia di saltare a causa dell’esaurimento nervoso-crisi di coscienza di Arthur Edens (il sempre ottimo Tom Wilkinson), il principale penalista della difesa, Michael rischia di trovarsi immischiato in qualcosa più grande di lui.

Continua l’impegno civile del divo Clooney che, dopo Good Night, and Good Luck. e Syriana, questa volta è protagonista di un fosco legal thriller sulla mancanza di scrupoli e sull’asservimento alla logica dei profitti delle multinazionali, che spesso mietono vittime innocenti. Un potente pesticida è rischioso per la salute degli uomini? Se i “danni collaterali” sono conosciuti solo all’interno della società che produce la sostanza, inutile sprecare altro denaro per rimettere mano alla formula. Meglio affidarsi alle mani di un potente studio legale per mettersi l’animo, e il portafogli, in pace.

L’esordiente Tony Gilroy mira alto e si affida ad un terzetto sulla carta molto interessante: il bravo Clooney, già premio Oscar – seppur non ancora nella categoria per miglior protagonista – e ormai non più solamente “l’uomo più sexy del mondo”, il talentuosissimo direttore della fotografia Robert Elswit (fidato collaboratore di Paul Thomas Anderson) e l’ottimo James Newton Howard, autore di una colonna sonora che ben si sposa alla plumbea e azzeccata fotografia di Michael Clayton.

Se i presupposti sembrano essere dei migliori, il risultato soffre invece di una frammentaria tensione narrativa, costruita forse un po’ troppo blandamente sui personaggi piuttosto che strettamente legata agli eventi e alle tematiche scatenanti. La lunga introduzione ai caratteri rischia infatti di spezzare in partenza l’accumulo emotivo dello spettatore, recuperandolo poi forse troppo tardi in un’ottima – ma probabilmente meno cinica di quanto ci si potesse aspettare – seconda parte della pellicola.

Titolo originale: Michael Clayton
Nazione: U.S.A.
Anno: 2006
Genere: Thriller, Drammatico
Durata: 119′
Regia: Tony Gilroy
Sito ufficiale: www.michaelclayton.com/

Cast: George Clooney, Sydney Pollack, Tilda Swinton, Tom Wilkinson
Produzione: Castle Rock Entertainment, Mirage Enterprises, Section Eight Ltd.
Distribuzione: Medusa
Data di uscita: Venezia 2007
28 Settembre 2007 (cinema)