Avrà inizio mercoledì 3 aprile alle ore 17.30 al Teatro Carlo Goldoni di Venezia la dodicesima edizione di Incroci di Civiltà, con l’intervento di Jonathan Coe, l’autore inglese di La casa del sonnoLa banda dei brocchiCircolo Chiuso e La pioggia prima che cada e più recentemente di quello che è considerato il libro emblema della Brexit, Middle England. Il festival internazionale di letteratura a Venezia è ideato e organizzato dall’Università Ca’ Foscari, in collaborazione con Fondazione di Venezia, Comune di Venezia, all’interno del programma ‘le Città in Festa’ e Città Metropolitana di Venezia, con la partnership di BAUERs Venezia, Fondazione Musei Civici Venezia e Marsilio.

Dal 3 al 6 aprile ventotto scrittori provenienti da diciannove Paesi di tutto il mondo incontreranno il pubblico a Venezia per trattare di diverse tematiche, in un incrocio di vite, opinioni e culture. Tra i diversi eventi, verranno inoltre presentati il terzo e il quarto volume della collana ‘Incroci di civiltà’ con testo a fronte della Libreria Editrice Cafoscarina: il racconto lungo Leningrad del russo Igor Vishnevetsky, a cura di Daniela Rizzi e Luisa Ruvoletto e la raccolta di poesie Vagabondo a Manhattan dell’americano Aaron Poochigian, a cura di Mattia Ravasi. Tanti gli appuntamenti con nomi importanti della letteratura, tra cui Su Tong, uno dei romanzieri più noti in Cina, Sjón poeta, librettista e paroliere islandese, il pluripremiato poeta e scrittore spagnolo Manuel Vilas, ma anche Melania G. Mazzucco, premio strega 2003 e Ilija Trojanow, autore tedesco di romanzi, saggi e libri di viaggio di grande successo in Germania e Austria. Il finale sabato 6 aprile alle 18.00 con Daniel Pennac, autore di libri di enorme successo internazionale e creatore di personaggi mitici come la Fata Carabina e Benjamin Malaussène, in conversazione con Pietro Del Soldà all’Auditorium Santa Margherita. Quest’anno gli autori in residenza sono Guadalupe Nettel (Messico), Su Tong (Cina), Sjón (Islanda) e Carl-Christian Elze. In vista dell’inizio del Festival è prevista una serie di 7 incontri, fino al 28 marzo, che rappresentano un percorso di avvicinamento ai temi di Incroci di Civiltà.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria online su www.incrocidicivilta.org, che si potrà effettuare a partire da giovedì 21 marzo 2019 alle ore 12.00.

Ulteriori informazioni e programma completo al sito www.incrocidicivilta.org.