“Il Disegno. Da Altamira a Picasso” di Terisio Pignatti

Un notevole storico dell'arte

Terisio Pignatti è scomparso nei primi giorni del gennaio di quest’anno. Pochi mesi prima che morisse, nell’agosto del 2004, usciva la seconda edizione riveduta del volume, “Il Disegno. Da Altamira a Picasso”, già pubblicato nel 1981 con le schede di Anna Maria Chiari. Si tratta di uno studio ancora fondamentale per addentrarsi nella conoscenza di questo particolare ambito di ricerca.

Terisio Pignatti è stato un notevole storico dell’arte, docente per diversi lustri di storia dell’arte moderna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia;
autore di numerosissime pubblicazioni, si è distinto, in modo particolare, per le sue acute analisi sul ‘500 e sul ‘700 veneziano. Rimangono fondamentali ed esemplari, ad esempio, i suoi studi su Giorgione, Carpaccio e Tiepolo. Da sempre ha, inoltre, concentrato la sua attenzione sull’apparato grafico degli artisti da lui indagati ed è per questo motivo che il volume, ora ripubblicato da Mondadori, resta un punto imprescindibile di riferimento per tali conoscenze in cui l’autore affronta il tema a largo raggio, partendo dalla preistoria e arrivando alla contemporaneità, soffermandosi anche su aspetti poco noti nella cultura occidentale, vale a dire toccando aspetti della tradizione orientale, soprattutto cinese, indiana, persiana e giapponese, ma anche del centro e Sud America. Ne viene fuori un’indagine ancora esaustiva, ricca degli adeguati riferimenti bibliografici, in cui l’utilizzo di una specifica terminologia storico-artistica, agevola la conoscenza degli stili e delle tecniche degli artisti presi in riferimento e del più vario ambito cronologico e geografico.
Il volume rappresenta una lucida testimonianza della serietà dello studioso costituendo ancora un ottimo punto di partenza per successive indagini che potranno essere rese più agili grazie al supporto dell’accurata ed essenziale bibliografia che accompagna le schede dei singoli autori trattati.

Mondadori, Milano 2004, pp. 359, € 50,00