Venezia72: “Bagnoli Jungle” di Antonio Capuano

Dall'acciaieria all'Hip Hop

Settimana della Critica 2015 – Evento Speciale Fuori Concorso
Tre generazioni attraversano il quartiere napoletano di Bagnoli, tra il calore partenopeo e il grande mostro dormiente delle acciaierie Italsider dismesse negli anni Novanta. Un territorio che ha perso la sua vocazione operaia e combatte, a suo modo, contro il degrado e la perdita di identità.

Giggino e Antonio, padre e nonno di Marco. Tre storie che da un’unica famiglia si dipartono in direzioni opposte, salvo confluire verso il simbolo di un quartiere che sta cercando di reinventarsi e che per ognuno di loro ha un significato diverso. Giggino, sempre di corsa tra furtarelli nelle auto e poesie recitate nei ristoranti, Antonio alle prese con la passione per la badante ucraina e Diego Armando Maradona e Marco, diciottenne in cerca di futuro.

Non è la solita Napoli quella descritta con una leggerezza magistrale – e allo stesso tempo con una complessità stratificata – da Antonio Capuano. O meglio, non è solo quella. Resta l’inesauribile capacità di rimettersi in gioco, la naturale propensione a sviluppare al meglio l’arte di arrangiarsi e la passione alla base di ogni cosa: per il calcio, per le donne o per una fabbrica che negli anni Cinquanta ha significato per molti la fine della povertà.

Tra appartamenti di ispirazione borghese (arredati dagli operai con le sudate buste paga del boom), ma con inevitabili tocchi kitsch, alle ex scuole occupate da famiglie numerossissime, i tre protagonisti si muovono in un quartiere difficile ma vivo, abitato da giovani rapper e prostitute, immigrati e camorristi, ragazzini e idealisti.

Capuano azzecca perfettamente il tono giusto per un’opera che rende giustizia a un’umanità che vuole guardare avanti senza dimenticare il passato e le proprie origini. Non cerca di nascondere il mezzo cinematografico e, nonostante ciò, riesce a preservare la freschezza degli attori (tutti bravissimi) e la naturalezza della messa in scena. Uno spaccato sociale che attraversa con intelligenza Bagnoli, ma parla anche dell’Italia e degli italiani.

Titolo originale: Bagnoli Jungle
Nazione: Italia
Anno: 2015
Genere: Drammatico
Durata: 100′
Regia: Antonio Capuano
Cast: Antonio Casagrande, Luigi Attrice, Marco Grieco
Produzione: Eskimo
Distribuzione:
Data di uscita: Venezia 2015 – Settimana Internazionale della Critica