Phaim Bhuiyan, classe ’95, italiano, ragazzo di seconda generazione originario del Bangladesh, è cresciuto nel quartiere di Torpignattara. Studia allo IED, collabora con la RAI; si fa notare grazie alla sua partecipazione ad un episodio della trasmissione “Nemo – Nessuno escluso”, che affrontava l’argomento sviluppato con grande autoironia in questa sua opera prima, scritta con Vanessa Picciarelli.

“Mi chiamo Phaim, ho 22 anni e anche se mi vedete un po’ negro io sono italiano. Diciamo una via di mezzo: 50 per cento bangla, 50 per cento Italia e 100 per 100 Torpigna”.

Insomma: cosa succede quando l’amore bussa alla porta di un giovane ventiduenne, italiano di seconda generazione e musulmano, e i precetti della sua religione sono rigidissimi a riguardo?
Con uno sguardo tragicomico sulla periferia multietnica romana, Phaim racconta la sua vita da giovane uomo, impiegato come steward in un museo di Arte Contemporanea, e percussionista in una band “bangla”.
Figlio di genitori tradizionalisti – il padre da venditore ambulante è riuscito ad avere una bancarella tutta sua, mentre la madre sogna di andare a Londra – obbediente ai precetti della religione musulmana – niente bevande alcoliche e niente sesso prima del matrimonio – si innamora di una ragazza italiana, Asia (Carlotta Antonelli).

Primo problema, le relazioni “miste” sono guardate con greve disappunto dalla sua famiglia; secondo problema più serio, come fare con il sesso?

Bangla è una commedia buffa, semplice, veloce che fa ridere spesso proprio per il suo sguardo affettuoso sul microcosmo che mette in scena e il saper leggere e tradurre in disavventure paradossali episodi di vita vera.

 

 

 

Titolo originale: Bangla
Nazione: Italia
Anno: 2019
Genere: Commedia
Durata: 86′
Regia: Phaim Bhuiyan
Cast: Phaim Bhuiyan, Carlotta Antonelli, Simone Liberati, Pietro Sermonti, Davide Ornaro, Alessia Giuliani, Milena Mancini
Produzione: Fandango, TimVision
Distribuzione: Fandango
Data di uscita: 16 Maggio 2019 (cinema)