Quattro appuntamenti e un gran finale di teatro-canzone per Fuori Musica, la rassegna promossa dal Settore Cultura del Comune di Venezia con la collaborazione di Veneto Jazz che per questa inedita estate propone a Mestre un programma che esplora le diverse anime del jazz e della musica etnica, con affermati gruppi della scena nazionale e locale. Si inizia a fine luglio, all’Arena Parco Bissuola, con il soul funk di Licaones (28 luglio, ore 21.00), quartetto ricco di verve ed ironia, che torna alla ribalta a più di dieci anni dalla pubblicazione Licaones Party e Licca-Lecca. Ai fiati, Mauro Ottolini (trombone) e Francesco Bearzatti (sassofono) entrambi affermati protagonisti della recente scena del jazz italiano ed internazionale, all’organo Oscar Marchioni ed alla batteria Paolo Mappa. I Licaones, attivi da vent’anni, sono stati uno dei primi gruppi a proporre il genere lounge, che mescola swing, musica latina, funk ai colori di compositori come Trovajoli, Piccioni, Umiliani e Morricone. Il 29 luglio (ore 21.00) Mi Linda Dama propone una interpretazione della tradizione musicale sefardita, con canti antichi dalla forte carica emotiva riproposti con arrangiamenti freschi e originali, volti ad enfatizzare la fusione di tutte le culture mediterranee confluite in questa tradizione: un connubio di suoni antichi e moderni grazie all’utilizzo di un’ampia varietà di strumenti di epoche ed aree diverse. In scena Namritha Nori (voce), Giulio Gavardi (chitarra, saz turco, bouzouki), Niccolò Giuliani (percussioni), con ospite speciale Maurizio Camardi (sax soprano, sopranino, duduk) e la ballerina Silvia Cagnazzo (danza). A settembre lo spettacolo si sposta in Piazzetta Malipiero con Tragos de Tango (3 settembre, ore 21) e Sorah Rionda (4 settembre, ore 21).

L’ingresso agli eventi è gratuito e per l’accesso le informazioni verranno comunicate sul sito internet www.culturavenezia.it e sui canali sociale del Settore Cultura del Comune di Venezia.