Murano illumina il mondo: sino al 29 febbraio in Piazza San Marco arte contemporanea e tradizione vetraria

ichael Craig-Martin, Rezzonico spoglio, Simone Cenedese Murano, ph. Marco Valmarana
Michael Craig-Martin, Rezzonico spoglio, Simone Cenedese Murano, ph. Marco Valmarana

Ancora pochi giorni per passeggiare a Venezia lungo le Procuratie Vecchie in Piazza San Marco illuminate dai 12 preziosi lampadari del progetto “Murano illumina il mondo”, un’esperienza visiva straordinaria.

La mostra open air con le istallazioni luminose, create per l’occasione e inaugurate lo scorso dicembre in occasione delle festività natalizie, saranno godibili al pubblico fino al 29 febbraio 2024.
Il progetto è promosso da The Venice Glass Week e Comune di Venezia che, per la prima volta in assoluto, hanno portato in Piazza San Marco un’esposizione dedicata al vetro di Murano focalizzando l’interesse sul futuro del vetro artistico.

Le installazioni luminose sono frutto della collaborazione tra artisti di fama internazionale, selezionati da un Comitato Scientifico, e nove fornaci muranesi. Tra gli artisti coinvolti vi sono Philip Baldwin, Monica Guggisberg, Michael Craig-Martin, Cornelia Parker, e molti altri, inclusi gli studenti della Scuola Abate Zanetti di Murano.

Proprio la Scuola Abate Zanetti (Calle Briati 8/b) promuove, per martedì 27 febbraio 2024 alle 16:30, la tavola rotonda aperta al pubblico “Murano Illumina il Mondo. Il lampadario veneziano ieri, oggi e domani,” (INFO www.theveniceglassweek.com)

Il gioco di luci e la magia sono ammirabili non solo dall’imbrunire quando i dodici lampadari illuminano il passaggio sotto le Procuratie Vecchie, ma anche durante il giorno quando la luce naturale si riflette sui colorati materiali favorendo l’effetto salotto che solo Piazza San Marco sa regalare.

Con questo progetto che coniuga arte, artigianato e design lo spazio di Piazza San Marco diventa scenario di un vero e proprio intervento di arte pubblica unico al mondo.
La realizzazione e le istallazioni sono state possibili grazie alla generosità degli artisti, delle fornaci e al sostegno di sponsor come Pentagram Stiftung, Chahan Interior Design, Generali – The Human Safety Net e Select Aperitivo.

L’iniziativa, promossa dal Comitato Organizzatore di The Venice Glass Week, lancia Murano come laboratorio di idee e collaborazioni internazionali.

I 12 lampadari in breve:
NEXTSTOPSATURN – Lino Tagliapietra
Rezzonico spoglio – Michael Craig-Martin
Il Redentore – Philip Baldwin & Monica Guggisberg
Ricami di Luce – Ritsue Mishima
AZ – Abate Zanetti
Morbida Macchina Silicea – Maria Grazia Rosin
Segmenti d’Infinito – Silvano Rubino
Sunset in your pocket – Pae White
Nature di Luce – Marcantonio Brandolini d’Adda
Scomposizione di un volo – Federica Marangoni
Siphonophera – Giorgio Vigna
The Arnolfini Portrait (Once Removed), 2023 – Cornelia Parker

Ufficio Stampa CASADOROFUNGHER COMUNICAZIONE