“Storia di un matrimonio” di Noah Baumbach

Analisi di un divorzio

Il film di Noah Baumbach è, in realtà, la storia della fine di un matrimonio. Recentemente approdato su Netflix, la pellicola ha già riscosso un notevole successo di pubblico e di critica, ottenendo 6 candidature ai Golden Globes e 8 candidature ai Critics Choice Awards.

Charlie e Nicole sono marito e moglie, hanno un bambino di sette anni e lavorano insieme per una compagnia teatrale, rispettivamente come regista e attrice. La loro vita è apparentemente tranquilla, soddisfacente, piena di amici e di successi. Li incontriamo, all’inizio della pellicola, quando i due hanno già deciso di lasciarsi. Il divorzio non è uno spettro lontano, ma un percorso assolutamente reale che hanno deciso di intraprendere, e che cambierà totalmente le loro vite.

I due protagonisti hanno personalità sfaccettate: sono entrambi pieni di talento, ambiziosi, amorevoli verso il figlio e riconoscono i pregi del proprio partner; pregi che vengono menzionati nella splendida sequenza iniziale: un lungo elenco di caratteristiche e comportamenti, che ci fanno subito empatizzare con Charlie e Nicole.

Cosa succede dopo? Perché due persone che si sono amate -che si amano- cercano di distruggersi? Spesso nella vita quotidiana sentiamo parlare di divorzi terribili, in cui coppie che hanno condiviso una vita e dei figli, cercano di annientarsi. Pare inspiegabile, eppure Noah Baumbach riesce a raccontare proprio questo: la storia di due persone che si lancianoin una feroce battaglia legale, fatta di odio e rancori che li rendono entrambi vittime. Non si riesce a prendere posizione: nessuno dei due sta sbagliando, nessuno ha torto. Charlie è un uomo di successo, brillante, affettuoso, che ama fare il padre – forse troppo. Nicole lo ha sempre sostenuto, e con lui è cresciuta professionalmente, ma ora sente di essere solo un personaggio secondario in una storia che è quella di Charlie. Charlie e Nicole sono guidati da ragioni diverse, entrambe valide.

Il simbolo finale del loro scontro sarà la scelta del luogo in cui vivere: New York o Los Angeles, due città in perenne contrasto che qui rappresentano la lontananza e l’incomunicabilità tra i due protagonisti. Dopo tanto rancore e sofferenza, la coppia riuscirà a comprendere che esiste in loro un impulso incontrollabile: non si tratta più di amore, ma è comunque un sentimento intenso, violento, che li unirà per sempre. Baumbach, che conosciamo principalmente come co-sceneggiatore di Wes Anderson, dirige in modo brillante questa storia moderna e malinconica, interpretata impeccabilmente da Scarlett Johansson e Adam Driver.

Storia di un matrimonio

Regia di Noah Baumbach

Cast: Scarlett Johansson, Adam Driver, Laura Dern, Merritt Wever, Azhy Robertson

Titolo originale: Marriage Story

Durata: 136 minuti