“The World to Come” di Mona Fastvold vince il 14. Queer Lion Award

Il 14. Queer Lion Award – premio collaterale della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, ideato nel 2007 da Daniel N. Casagrande – è stato assegnato al film The World to Come di Mona Fastvold (Usa).

Motivazione:

Il film, narrando la sofferta vicenda di due donne che scoprono la propria identità, idealizza – in coerenza col titolo – uno scenario di conoscenze, indipendenza dai ruoli e libertà di genere, che troverà progressiva affermazione solo nel corso del XX secolo

La giuria – composta da Michele Gottardi (giornalista e critico cinematografico), Giuseppe Amato (attore e regista), Adriano Virone (animatore culturale, attivista), Jani Kuštrin (archivista, operatore culturale) – ha scelto il vincitore tra i seguenti 6 titoli:

The World to Come di Mona Fastvold (Usa)
Und morgen die ganze Welt (And Tomorrow the Entire World) di Julia von Heinz (Germania, Francia)
Laila in Haifa di Amos Gitai (Israele, Francia)
Terrain di Lily Baldwin, Saschka Unseld, Kumar Atre (Usa, Germania, Svizzera)
Tengo miedo torero (My Tender Matador) di Rodrigo Sepúlveda (Cile, Argentina, Messico)
Saint-Narcisse di Bruce LaBruce (Canada, Belgio, Lussemburgo)

Il Queer Lion Award è stato consegnato venerdì 11 settembre alle ore 18:30 presso la Villa degli Autori, sede delle Giornate degli Autori, Lungomare Marconi 56, Lido di Venezia, alla regista Mona Fastvold.