“CRAJ – DOMANI” di Davide Marengo

Una festa di musica, danza e tradizione.

Giornate degli Autori
Un film che nasce da un’opera teatral-musicale di Teresa De Sio, anche interprete di questa versione cinematografica, e che unisce il documentario intervista, il concerto popolare e il racconto di viaggio, per dare un’immagine folklorica e vitale della Puglia, e in particolare del Salento.

Uno spettacolo composito e diviso in tre diversi percorsi narrativi, che mantiene però una sua compattezza interna grazie alla presenza della musica. Il canto e la danza diventano una sorta di medicina per lo spirito, come la tarantella e la benedizione di San Pietro e San Paolo per il morso della tarantola., mentre le lettere e lo studio solitario dei libri vengono visti nel loro aspetto negativo di chiusura all’esperienza della festa comunitaria tipica dello spirito pugliese.

Il racconto del viaggio che compiono Bimbascione (Teresa De Sio) e il Principe Froridippo (Giovanni Lindo Ferretti) attraversando la Puglia dal Gargano a Foggia e infine al Salento, è il tessuto di base su cui si innestano i momenti di spettacolo di piazza in cui intervengono i protagonisti con canzoni e poesie, e quattro vecchietti vivacissimi che rappresentano il patrimonio popolare della regione. A tutto ciò inoltre vengono alternate le interviste dei quattro simpatici maestri del canto tradizionale che raccontano episodi del passato e ci mostrano l’ambiente in cui vivono.

Un film che ha entusiasmato la maggior parte del pubblico della Mostra del Cinema di Venezia, ma che ha completamente deluso il resto, a conferma del carattere specifico e circoscritto ad un determinato gusto della pellicola. In ogni caso rimane un ritratto di un modo di festeggiare e di partecipare alla vita della comunità tipico, coinvolgente e molto positivo, perché unisce più generazioni e trasmette valori e sentimenti importanti e utili.

Questa rielaborazione cinematografica parte dal modello di uno spettacolo di piazza ideato dai due protagonisti: un percorso a tappe in diversi palchi disposti a circolo intorno al pubblico, che si lascia trasportare dal ritmo trascinante della musica e diventa anch’esso parte attiva e indispensabile dello spettacolo. Un processo che riesce a compiersi anche in sala nonostante la mediazione della macchina da presa: il vortice di imput che proviene dalla mescolanza dei tre codici espressivi appassiona ed eletrizza chi ama questo genere di eventi.

Titolo originale: Craj – Domani
Nazione: Italia
Anno: 2005
Genere: Musicle
Durata: 81′
Regia: Davide Marengo
Cast: Teresa De Sio, Giovanni Lindo Ferretti, Uccio Aloisi, Matteo Salvatore, Cantori di Carpino
Produzione: Gianluca Arcopinto
Data di uscita: Venezia 2005