“REAL STEEL – CUORI D’ACCIAIO” DI SHAWN LEVY

Più emozionante di Transformers

Anno 2020, la tecnologia avanza, ma alcuni sentimenti umani restano puliti e puri, per fortuna.
La sete del nuovo, del sempre più esasperato concetto di estremo, la brama di estendere i limiti verso un oltre infinito: la voglia irrefrenabile del pubblico di combattimenti sempre più violenti ha portato la boxe ad una evoluzione.
I fan cercano ormai solo la potenza incontrollata di colpi fatali, allo scopo della totale distruzione dell’avversario.

Non ci sono più uomini sul ring, bensì robot che si affrontano a suon di ferro, senza esclusione di colpi (un circo del massacro). Giganteschi robot indistruttibili (i vari pezzi anche se distrutti possono essere aggiustati e assemblati), in grado di compiere movimenti e azioni che gli uomini non possono fare, vengono mossi da persone munite di telecomandi high-tech e pannelli di controllo. I combattimenti rispettano le regole della boxe, se si tratta della Lega. Fuori dal campionato mondiale, sul ring tutto è ammesso

Il regista Shawn Levy (Una notte al museo, Notte folle a Manhattan), con l’appoggio della preziosa immaginazione del produttore esecutivo Steven Spielberg – che ha preso parte attiva al design dei robot – con Real Steel offre uno spettacolo euforico, scenicamente attraente, tra classica fantascienza, disinvolto humour, realistiche coreografie di combattimenti e commoventi sentimenti.
Levy spiega: “Abbiamo elaborato effetti visivi di livello futuristico. Al posto di un’inquadratura vuota che in seguito viene riempita attraverso il computer con un robot animato, abbiamo utilizzato la ‘motion capture’, con veri pugili, che si battono sul ring. Abbiamo acquisito i dati relativi ai loro movimenti corporei. Li abbiamo digitalizzati, immagazzinati. Poi, a distanza di mesi, siamo arrivati su un set e abbiamo effettuato la ripresa. A quel punto i dati immagazzinati di motion-capture, grazie al sistema Simul-Cam B, sono stati inseriti in un luogo reale.”

La storia ingrana fin da subito, le vicende di Charlie Kenton (Hugh Jackman), ex pugile abile ed esperto, elegante e talentuoso, quando ancora la boxe era uno sport per esseri umani, vive arrancando. Gira tra una fiera e l’altra dove porta il suo robot telecomandato a scontrarsi anche in un rodeo con un toro, pur di tirar su qualche centinaio di dollari. E’ indebitato con tutti quelli del “giro,” compresa la bella Bailey (Evangeline Lilly, la Kate di Lost), figlia del suo ex allenatore. La già difficile vita di Charlie si complica, quando nella sua vita entra il figlio undicenne, mai conosciuto. Max (Dakota Goyo) è un vivace e caparbio bambino, che sa tenere testa a un burbero come Charlie. Esperto di videogiochi giapponesi, Max è anche un appassionato di pugilato. E sarà proprio l’entusiasmo di questo ragazzino a far brillare di nuovo gli occhi di Charlie di passione per questo sport.

Real Steel non è Transformers, non c’è nessuna battaglia per la terra. C’è un uomo solo, deluso e tradito dallo sport che amava, è pieno di rancore, che ha imparato ad assopire, nei confronti della vita. C’è un bambino deluso, orfano di madre, che si trova a dover conoscere un padre. Soprattutto c’è il riscatto di uomo, la scoperta di un amore paterno e di un amore filiale. Prodotto dalla Dreamworks e distribuito dalla Disney tutto è ritmato in salsa sentimentale, il buono vince, il cattivo è punito o quanto meno sconfitto moralmente.

Real Steel è un prodotto di intrattenimento ben riuscito. I robot attirano subito l’attenzione per la loro imponenza e il look personalizzato e gli attori fanno il resto, creando empatia con il pubblico in sala.

Titolo originale: Real Steel
Nazione: U.S.A., India
Anno: 2011
Genere: Azione, Fantascienza
Durata: 127′
Regia: Shawn Levy
Sito ufficiale: www.steelgetsreal.com
Sito italiano: www.realsteel.it
Cast: Hugh Jackman, Dakota Goyo, Evangeline Lilly, Anthony Mackie, Kevin Durand, Hope Davis, James Rebhorn, Marco Ruggeri, Karl Yune, Olga Fonda
Produzione: 21 Laps Entertainment, Angry Films, ImageMovers, Reliance Entertainment
Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
Data di uscita: 25 Novembre 2011 (cinema)