E’stato recentemente acquisito dal’Istituto per il Teatro e il Melodramma della Fondazione Giorgio Cini l’archivio personale del regista e studioso Arnaldo Momo (Venezia, 1916-2008).Drammaturgo e regista teatrale, inizia la sua attività artistica nel secondo dopoguerra con l’esperienza de “L’Arco”, vero e proprio movimento artistico rivoluzionario cui aderisce insieme a Emilio Vedova, Giovanni Poli e un nutrito gruppo di intellettuali veneziani attivi in quel periodo. Nel 1947 inizia l’attività teatrale e, insieme all’attrice e compagna di vita Sara Tagliapietra, fonda la Compagnia Piccolo Teatro di Venezia, poi divenuta celebre con il nome di Teatro 7; nel 1949 fonda il Centro di Studi Teatrali. La donazione, giunta a San Giorgio per volere dei figli Fabio e Federico, include i materiali relativi alla carriera artistica del regista a partire dal secondo dopoguerra, integrando così il nucleo teatrale sul secondo Novecento veneziano già in possesso dell’Istituto. L’acquisizione consente di ripercorrere la vicenda artistica di Arnaldo Momo anche attraverso una selezione dei materiali conservati dall’Istituto,, analizzado anche i rapporti che ebbe con altre personalità attive a Venezia nella seconda metà del ‘900 come lo scenografo e costumista Mischa Scandella e il regista Giovanni Poli, di cui pure l’Istituto conserva gli archivi. L’Archivio  si compone di materiale vasto ed eterogeneo, relativo  all’attività dell’artista come uomo di teatro, insegnante e saggista, nonché alle creazioni derivate dal lungo sodalizio umano e artistico con la moglie Sara Tagliapietra. La donazione include l’intera raccolta di manoscritti e dattiloscritti di Arnaldo Momo, principalmente di argomento teatrale, che comprende interventi all’interno di conferenze, lezioni, letture sceniche e altre letture pubbliche, dettagli su regie e progetti di regia, quaderni personali. Accanto a questi scritti, la donazione include fotografie di scena, locandine degli spettacoli e rassegna stampa, insieme a copioni e note di regia degli spettacoli portati in scena da Arnaldo e Sara Momo con le diverse compagnie che si sono succedute nel corso degli anni.Per la maggior parte dei titoli portati in scena da Momo, si conservano i seguenti materiali: note di regia, copioni con eventuali annotazioni autografe, locandine e programmi di sala di differenti repliche, fotografie di scena, rassegna stampa. Sono comprese nella donazione tutte le opere a stampa di cui Arnaldo Momo è stato autore nell’arco della sua carriera. Attento alla formazione delle nuove generazioni e al loro coinvolgimento nella realtà dello spettacolo dal vivo, intraprende più di un ciclo di letture drammatiche, conferenze e lezioni di teatro che, con il suo Teatro 7, porta in molte realtà nazionali, all’interno di università, associazioni e circoli culturali. A lui è intitolato il Teatro Momo di Mestre.

In alto Le intellettuali di Molière, regia di Arnaldo Momo, scene di Armando Pizzinato, Venezia, Teatro del Ridotto Archivio Arnaldo Momo, Fondazione Giorgio Cini, Venezia.

Arnaldo Momo