Mephistopheles – eine Grand Tour è il titolo dell’ultima creazione della compagnia Anagoor di Castelfranco Veneto , in cartellone venerdì 7 agosto alle ore 21.00 al Teatro al Castello Tito Gobbi di Bassano del Grappa.

L’appuntamento è inserito nel calendario di Operaestate Festival, la manifestazione promossa dalla Città di Bassano del Grappa, con il Ministero dei Beni e Attività Culturali, la Regione Veneto, le Città Palcoscenico e le aziende aderenti agli Amici del Festival.

Recuperando la tradizione del Grand Tour, il viaggio che nel Settecento portava giovani nobili a perfezionare la propria educazione in giro per l’Europa, anche Anagoor accompagna il pubblico in un Grand Tour che è teatrale, musicale e cosmico.

Sotto il nome del demone che tentò Faust, Mephistopheles, infatti, Anagoor raduna il materiale video raccolto tra il 2012 e il 2018 in un unico viaggio per immagini attraverso le lacrime del mondo, musicato in un live set elettronico da Mauro Martinuz.

Mephistopheles (“colui che ha in odio la luce” secondo una possibile etimologia greca; e “il dispensatore di menzogne” secondo una possibile etimologia ebraica) è un Grand Tour nelle zone buie del cosmo, lì dove scaturiscono insieme la tenebra e le sofferenze delle generazioni, il rapporto dell’uomo con la natura, con l’eros, con i compagni animali, con il tempo e con la tecnica, con l’assoluto: l’impossibile.

La materia cinematografica di spettacoli teatrali come Lingua Imperii, Virgilio Brucia, Socrate il sopravvissuto, Faust, Orestea, è composta da immagini profeticamente raccolte nei musei e nei templi, nelle case di cura per anziani e negli allevamenti intensivi, tra macellai, pastori e pellegrini, in India, in Iran, ad Olimpia, sulla ferita campagna veneta e sul Vesuvio. L’enorme quantità di materiale inedito trova nuova composizione in questo concerto cum figuris.

La compagnia Anagoor, Leone d’Argento per il teatro allla Biennale Teatro del 2018 , è stata fondata a Castelfranco Veneto nel 2000 e in quel contesto, impegnata in processi creativi aperta alla città e ormai anche alle diverse generazioni succedutesi nell’arco di questi venti anni, tuttora opera.

Info Biglietteria del Festival tel. +39 0424 524214 www.operaestate.it