Mio Fratello Rincorre i Dinosauri è il romanzo autobiografico di Giacomo Mazzariol pubblicato nel 2016 da Einaudi. E’ una storia raccontata mescolando umorismo e onestà. E’ una storia famigliare, una storia di crescita e di amicizia senza melodrammi né facili toni moralistici. E’ la storia del profondo legame tra fratelli.

“Il romanzo di Giacomo Mazzariol – racconta il regista – ha avuto un forte impatto sulla mia immaginazione e quando ho conosciuto Jack e Gio e la loro famiglia mi sono reso conto di essere di fronte a qualcosa di davvero unico: una storia importante”.

Scritto da Fabio Bonifacci con la collaborazione di Giacomo Mazzariol, segue la narrazione delle pagine del romanzo.
La famiglia Mazzariol si appresa ad accogliere il sesto membro della famiglia. Dopo due femmine e un maschietto di 5 anni, Giacomo/Jack, sta per arrivare un altro ometto. E Giacomo non sta più nella pelle. Finalmente lui e il suo papà non saranno più in minoranza: grazie al nuovo arrivato, Giovanni (Giò), non saranno più in minoranza.
Ma come arriva a casa, il piccolo arrivata mostra lineamenti estetici diversi dagli altri bambini. Down. Non è facile spiegare al piccolo Giacomo cosa sia la sindrome di Down. I due genitori preparano i figli spiegando che Giovanni è speciale. Giac nella sua fervente immaginazione immagina già suo fratello come un super eroe.

L’età dell’innocenza finisce presto e in un attimo si diventa adulti, anche se si è appena al Liceo. Giacomo fa fatica ad accettare, insomma si vergogna proprio, i comportamenti senza schema, senza regole di Giò. Tanto che ai nuovi compagni di classe dice di avere solo due sorelle, nonostante il parere contrario del suo miglior amico Vitto. Si prende una cotta per una sua compagna, inizia a suonare in una band di ragazzi più grandi, sceglie abiti nuovi, come a crearsi una vita parallela. Ben presto la situazione gli sfugge di mano, non riesce a dominare la bugia che diventa sempre più grande.
La resa dei conti, prima di tutto con sé stesso, poi con gli altri, soprattutto con Giò, arriva presto. Giacomo dovrà chiedere scusa e fare ammenda. Capirà finalmente a capire Giò, che ha sempre suonato senza spartito, perché è lui stesso uno spartito.

In Mio Fratello Rincorre i Dinosauri (il titolo prende il nome dalla passione di Giò per questi animali preistorici) arriva al bersaglio: è un efficace percorso sul provare a comprendere la disabilità, adatto a un pubblico di ragazzini e di adulti, messo in scesa con la delicatezza garbata, quasi fiabesca, fresca e spontanea del romanzo e qualche serio contrappunto.


Nonostante una virata un po’ azzardata ed eccessiva nella sceneggiatura, autonoma rispetto al romanzo, è una storia piacevole anche e soprattutto a una bella recitazione di squadra, che porta sullo schermo l’armonia folle di una famiglia unita. Ragonese e Gassmann sono a proprio agio nell’affrontare questi due genitori intelligenti; i giovani non sono da meno nei loro espressività attendibile da Mariavittoria Dallasta e Gea Dall’Orto, nel ruolo delle sorelle di Gio e Jack, da Lorenzo Sisto e Antonio Uras (che hanno interpretato Giò da piccolo e da grande) a Francesco Ghegi (che si era già fatto notare in Io sono tempesta) e Roberto Nocchi (Vitto).

 

 

Nazione: Italia
Anno: 2019
Genere: Commedia
Durata: 101′
Regia: Stefano Cipani
Cast: Alessandro Gassmann, Rossy De Palma, Iván Sánchez, Isabella Ragonese, Saul Nanni, Pepa López, Francesco Gheghi, Roberto Nocchi
Produzione: Neo Art, Paco Cinematografica
Distribuzione: Eagle Pictures
Data di uscita: 12 Settembre 2019 (cinema)