“Razza umana” di Oliviero Toscani

Iniziato il countdown per l’inaugurazione della mostra

SENIGALLIA – La Città della Fotografia non smette di stupire. Conclusasi domenica scorsa la mostra fotografica immersiva Rock’n’Roll is a State of the Soul, allestita durante l’estate per celebrare i vent’anni del Summer Jamborre, Senigallia si prepara ad accogliere un nuovo eccezionale evento.

Dal 25 ottobre al 2 febbraio Palazzo del Duca e Palazzetto Baviera ospiteranno i 70 scatti della mostra “Razza umana” di Oliviero Toscani, definita dallo stesso maestro “uno studio socio-politico, culturale e antropologico che ritrae la morfologia della razza umana al fine di osservarne le peculiarità e le caratteristiche, per capire le differenze”.

Il progetto di Toscani descrive l’Italia, l’Europa e i Paesi del mondo per scoprire le diverse morfologie, per rappresentare le espressioni, le caratteristiche fisiche, somatiche, sociali e culturali dell’umanità. Le fotografie e i video sono stati poi inseriti in un archivio multimediale e in una rassegna “neverending” di esposizioni e pubblicazioni.

“Continua il ciclo di grandi mostre di Senigallia Città della Fotografia – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – che dopo le opere di artisti del calibro di Doisneau, Rodčenko e Aşar è pronta a ospitare i lavori di Oliviero Toscani, uno dei più importanti fotografi del Novecento, proiettando quindi ancora una volta l’intera regione Marche in una dimensione artistica internazionale. Sarà un evento interessante non solo dal punto di vista culturale, ma anche sotto l’aspetto sociale, perché il progetto che Toscani ci consegna rappresenta un’opportunità di riflessione sul valore dell’uguaglianza che affonda le radici nel riconoscimento e nell’accettazione delle differenze”.

Per maggiori informazioni: www.comune.senigallia.an.it 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteTorna la Butterfly in salsa cyber firmata Rigola-Mori
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.