Tintoretto Cinquecento – gli eventi in città

La città di Venezia celebra Tintoretto e la sua arte senza tempo

Speciale percorso guidato alle due esposizioni di Palazzo Ducale e Gallerie dell’Accademia

Tra le attività educative proposte dalla Fondazione Musei Civici di Venezia per le celebrazioni dell’anniversario della nascita di Tintoretto, è stato progettato, in collaborazione con le Gallerie dell’Accademia di Venezia, un percorso guidato congiunto tra le due sedi espositive di Piazza San Marco e Accademia.

Il tour, rivolto a un pubblico adulto, esplorerà – all’interno delle due grandi mostre “Tintoretto 1519 – 1594” a Palazzo Ducale e “Il giovane Tintoretto” alle Gallerie dell’Accademia –  le fasi della carriera artistica di Jacopo Robusti, dai suoi esordi all’età matura.  Durata del percorso: 3 ore. Lingue: italiano, inglese e francese.

Informazioni su costi e adesioni: education@fmcvenezia.it /+ 39 347 9675905; 041 2700370

La Venezia di Tintoretto a Palazzo Mocenigo

Al Museo di Palazzo Mocenigo in occasione delle celebrazioni tintorettiane una preziosa esposizione, lungo il percorso permanente e nel Portego, consente di conoscere i costumi dell’epoca indossati dai  personaggi ritratti nelle opere di Tintoretto e la loro “coreografia esistenziale”.  L’esposizione rappresenta un’occasione unica per conoscere il contesto storico per tuffarsi nella Venezia del XVI secolo, esplorando la moda e il gusto dell’epoca. I velluti, i damaschi, i broccati che impreziosiscono le fogge dei protagonisti  delle tele tintorettiane saranno visibili in alcuni manufatti d’epoca provenienti dalle Collezioni del Museo. Inoltre, in questo viaggio nel passato, per rendere più vivida la memoria, saranno riproposte le copie degli abiti indossati dai personaggi ritratti dal Maestro. Grazie al coinvolgimento di Stefano Nicolò e dei suoi studenti dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, della “Sartoria Poetica” – sarte professioniste che lavorano all’interno dell’Accademia da Ponte di Vittorio Veneto – e  ad alcuni significativi prestiti della Collezione di Elio Dal Cin, espressione del grande artigianato artistico dell’epoca, si potrà rivivere questo mondo lontano in ambientazioni di grande suggestione.

Museo di Palazzo Mocenigo. 7 settembre 2018 – 6 gennaio 2019

Informazioni: www.mocenigo.visitmuve.it

Arte, fede e medicina nella Venezia di Tintoretto –  Scuola Grande di San Marco

Nata come sede di un’antica confraternita di devozione, nel Cinquecento la Scuola Grande di San Marco si distinse per i cicli pittorici commissionati ad alcuni dei più importanti pittori del Rinascimento italiano, tra cui Jacopo e Domenico Tintoretto. Convertita in Ospedale a seguito della soppressione per decreto napoleonico, attualmente le sue sale monumentali ospitano il Museo della Scuola Grande di San Marco, la Biblioteca Monumentale e il Museo Medico dell’Ospedale Civile di Venezia. Grazie a questa sua pluralità di funzioni e ruoli nella storia della società veneziana, la Scuola Grande di San Marco rappresenta il luogo ideale per esplorare le relazioni tra credo religioso e sapere scientifico nel complesso contesto culturale in cui visse e operò Jacopo Tintoretto. In mostra saranno esposte circa ottanta opere, tra cui documenti d’archivio, manoscritti e codici miniati, trattati illustrati di anatomia e chirurgia, antichi strumenti chirurgici, matrici di stampa xilografica, incisioni, disegni, bozzetti, dipinti su carta, tela e pergamena. Molti dei volumi esposti appartengono alla prestigiosa collezione di cinquecentine della Biblioteca Monumentale dell’Ospedale Civile di Venezia. Le altre opere provengono da autorevoli istituzioni culturali veneziane e nazionali, quali l’Archivio di Stato di Venezia, la Biblioteca del Museo Correr, la Biblioteca Nazionale Marciana, la Fondazione Giorgio Cini, le Gallerie dell’Accademia di Venezia, l’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna e il Patriarcato di Venezia.  Di eccezionale rilevanza è il ritorno alla Scuola della tela intitolata Il Sogno di San Marco, che a distanza di più di due secoli dalla sua rimozione potrà essere nuovamente osservata nella Cappella della Scuola. Per l’occasione, il ciclo pittorico commissionato nel 1585 a Jacopo Tintoretto e successivamente completato dal figlio Domenico e da Jacopo Palma il Giovane, verrà riallestito negli spazi della Cappella, seguendo la sequenza narrativa prevista dai confratelli della Scuola.

Scuola Grande di San Marco/Ospedale Civile di Venezia. 6 settembre 2018 – 6 gennaio 2019

Informazioni: venice@savevenice.org

Dialoghi contemporanei con Tintoretto

In occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della nascita di Jacopo Tintoretto, per sottolineare la modernità del suo pensiero e la forza innovativa della sua pittura, Zuecca Projects presenta la mostra “Dialoghi Contemporanei con Tintoretto”. La mostra, che si tiene dal 19 Ottobre 2018 al 07 Gennaio 2019, è curata da Ludovico Pratesi ed è incentrata sull’incontro tra i capolavori di Tintoretto, presenti a Palazzo Ducale, alle Gallerie dell’Accademia, alla Scuola Grande di San Rocco e alla Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, con le opere di artisti contemporanei internazionali.  In particolare, al primo piano delle Gallerie dell’Accademia, gli artisti contemporanei selezionati si confronteranno con due dei massimi capolavori del Tintoretto – Il trafugamento del corpo di San Marco (1562-66) e La Madonna dei Tesorieri (1567) – mentre a Palazzo Ducale, in collaborazione con la Fondazione Emilio e Annabianca Vedova, protagonista di uno struggente dialogo sarà Emilio Vedova, artista che si dichiarò sempre debitore nei confronti del pittore veneziano. Due dei suoi famosissimi Dischi saranno esposti nella sala della Quarantia Civil Vecchia: due lavori di grandi dimensioni, su legno, articolati a diversi livelli e inclinazioni, che costituiscono uno dei punti di arrivo più alti della produzione artistica di Vedova, culmine di un percorso che ha, appunto,  in Tintoretto una delle radici più profonde.

Informazioni: info@zueccaprojectspace.com / zueccaprojects.org

Itinerari tintorettiani in città

La Fondazione Musei Civici di Venezia con i suoi servizi educativi ha realizzato un volantino con mappa, in formato cartaceo e digitale, per dar modo ai visitatori delle mostre e a quanti vorranno, di mettersi alla ricerca di questi siti – dai celeberrimi ai meno noti, dalle istituzioni culturali ai luoghi di culto – suggerendo al tempo stesso itinerari anche insoliti in zone della città appartate ed estremamente affascinanti. Grazie alla collaborazione del Patriarcato di Venezia e delle associazioni del territorio, alcune chiese offrono, oltre alla normale apertura, un servizio di accoglienza-guida ai visitatori il venerdì e il sabato.

Viene inoltre concesso ingresso gratuito ai possessori del biglietto delle due mostre di Palazzo Ducale e delle Gallerie dell’Accademia nelle chiese che normalmente prevedono entrata a pagamento.

Informazioni e mappa: www.visitmuve.it/education