Serie tv 2009-10: i primi verdetti dagli Usa

Cancellati "Dollhouse" e "Eastwick", boom per "V"

Per il primo flop, quello di The beautiful life, erano bastati due episodi. Ma a distanza di un paio di mesi da quasi tutte le maggiori premiere della stagione, arrivano dagli Usa altre cancellazioni. Negli ultimi giorni infatti molti network hanno tracciato un primo bilancio su questo inizio dell’anno televisivo: alcuni serial sono stati promossi, altri rimandati, altri ancora bocciati senza appello. Vediamo di fare un po’ di ordine.

La cancellazione che ha fatto più parlare di sé è quella di Dollhouse di Joss Whedon. È una decisione che non stupisce più di tanto, tuttavia: infatti era stato forse più sorprendente il rinnovo per una seconda stagione agli ultimi Upfront Fox, visto che Dollhouse non ha mai avuto grandi ascolti. Il secondo ciclo di episodi però sembrava partito con un salto qualitativo, inoltre i buoni dati di vendita dei dvd (nonché il dato, tutto nuovo, di quanti telespettatori registrano l’episodio e lo guardano in differita) avevano fatto accendere una speranza. Niente da fare, il mese scorso la serie è stata mandata in pausa dopo solo quattro episodi, anche se tornerà da dicembre ed è stato assicurato che tutti e 13 gli episodi saranno mandati in onda regolarmente. Inoltre la notizia è arrivata ben prima che fossero girati gli episodi finali, che a questo punto dovrebbero dare una vera e propria conclusione allo show.

Tutti i maggiori canali americani, comunque, in questa stagione stanno riscontrando un calo di ascolti generalizzato. Non è risparmiata neppure la ABC, che pure è quella che finora ha lanciato quasi tutte le serie migliori, dalle comedy Cougar Town e Modern Family ai drama Flash Forward e V (remake di Visitors che ha esordito due settimane fa con il botto: 13.9 milioni di ascoltatori, record per una premiere ABC dai tempi di Lost). Ma per nuove serie che funzionano, ad altre è già stata staccata la spina: negli ultimi giorni il network ha cancellato sia Eastwick, la serie sulle streghe con Rebecca Romijn e Lindsay Price, che Hank, sitcom con Kelsey Grammer. Se per la prima si arriverà fino in fondo ai 13 episodi previsti, per Hank il taglio è stato netto, il quinto episodio è stato l’ultimo ad andare in onda e la produzione è già stata fermata al decimo.

Parlando invece di serie che non hanno debuttato quest’anno, pare che la sesta stagione sarà anche l’ultima per Numb3rs: la CBS ha infatti ridotto l’ordine degli episodi dai canonici 22 a 16. Lo stesso network ha invece confermato che avranno un’intera stagione sia The Good Wife (con Julianna Margulies) che Accidentally on purpose (con Jenna Elfman), i cui primi dati d’ascolto hanno soddisfatto le aspettative.