“BROKEN FLOWERS” di Jim Jarmush

A volte la vita riserva straordinarie sorprese

Don Johnston, single incallito, è stato appena lasciato dalla sua ultima conquista, Sherry. Mentre si affligge per la sua solitudine, gli arriva una lettera anonima che lo informa che ha un figlio e che probabilmente è alla sua ricerca. Don, pur non amando i viaggi, si mette alla ricerca di indizi…

Don è “uno capace di capire le donne”. Ma se ha il volto intensamente e naturalmente espressivo di un rinato Bill Murray, con difficoltà – almeno nelle prime immagini del film “Broken Flowers” – riusciamo ad immaginare un “tipo” con questa preziosa qualità umana così poco riconosciuta al genere maschile. E’ sufficiente però seguire il suo sguardo, i suoi silenzi, il suo istintivo rapportarsi alle donne protagoniste della pellicola per convincerci di come Don sia uno straordinario “esemplare umano” in grado di raccontarci della vita con sorprendente verità e realismo.

Merito anche di uno sceneggiatore/regista come Jim Jarmusch che – emulo del cinema del misconosciuto regista francese Jean Eustache a cui è dedicato il film – rimane sempre fedele alla sua idea di un cinema che lungi dal preoccuparsi del mercato, del botteghino o delle aspettative di qualcuno mira ad esprimere liberamente l’estro ed il pensiero creativo dell’artista.

L’impresa riesce perfettamente anche in “Broken Flowers”: storia dell’ex dongiovanni e single malinconico Don la cui esistenza viene con leggerezza sconvolta dall’arrivo di una lettera anonima di una sua ex amante che lo informa che ha un figlio di 19 anni che forse adesso lo sta cercando. Uno stile narrativo inusuale e personalissimo, una regia apparentemente sottotono ma incalzante per intensità di sfumature e non detti, un cast d’attori azzeccatissimi in ogni singolo ruolo (nota di merito per le attrici “star” che prestano voce e corpo alle ex donne di Don come Sharon Stone, Jessica Lange, Julie Delpy, Frances Conroy, Tilda Swinton ma applausi a scena aperta per la giovane Alexis Dziena, una “Lolita” indimenticabile!) fanno di questo improbabile viaggio nel cuore più malinconico e bizzarro dell’America e di questo originale “mistery” dell’animo umano – con tanto d’investigatore esilarante interpretato da un grande Jeffrey Wright- un fondamentale ed imperdibile capitolo/pagina di diario di cronaca di vita umana che sempre più raramente il cinema è in grado di regalarci.

Broken Flowers
Titolo originale: Broken Flowers
Nazione: U.S.A.
Anno: 2005
Genere: Commedia
Durata: 105’
Regia: Jim Jarmusch
Sito ufficiale: www.brokenflowersmovie.com
Cast: Bill Murray, Jeffrey Wright, Sharon Stone, Frances Conroy, Jessica Lange, Chloë Sevigny, Pell James, Tilda Swinton, Julie Delpy, Chris Bauer , Ryan Donowho , Alexis Dziena
Produzione: Bac Films, Focus Features
Distribuzione: Mikado
Data di uscita: Cannes 2005
02 Dicembre 2005