Il Teatro La Fenice di Senigallia presenta la sua stagione 2019/2020

Il Teatro La Fenice si prepara a vivere una nuova stagione teatrale, che ancora una volta si conferma punto di riferimento regionale grazie alla qualità delle proposte culturali scelte dal Comune di Senigallia, dalla Compagnia della Rancia e dall’AMAT, con il contributo di MIBAC e Regione Marche.
Prosa e danza si fondono in una stagione che ogni anno si fa più preziosa ed unisce musical, grandi classici e commedie esilaranti, per soddisfare un pubblico attento, sempre in crescita, proveniente da tutte le Marche.

Accanto alla prosa saranno protagonisti anche la danza e gli eventi speciali. Sei gli spettacoli che da ottobre ad aprile comporranno la stagione di prosa; quattro, invece, le proposte che, nello stesso periodo, incanteranno con la danza non solo sul palcoscenico del Teatro la Fenice, ma anche alla Rotonda a Mare.

“Anche quest’anno – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – grazie alla preziosa collaborazione con Compagnia della Rancia e Amat, la stagione teatrale di Senigallia si propone con un cartellone di spettacoli di qualità assoluta, capace di intercettare interessi e
gusti per generi diversi, dalla prosa alla danza. L’obiettivo, come sempre, è proseguire il processo di crescita fatto registrare dal teatro La Fenice negli ultimi anni e consolidare gli eccellenti risultati raggiunti fino a oggi”.

A dare il via a questo nuovo viaggio teatrale come da tradizione sarà il musical, da anni punta di diamante della stagione di Senigallia. Dopo l’incontenibile successo cinematografico di Bohemian Rhapsody, il biopic musicale più visto di sempre, vincitore di 4 premi Oscar e due Golden Globe, la Queen-mania invade anche i teatri. Doppia replica, quindi, per “We Will Rock You – il musical”, per il quale il Teatro La Fenice sarà residenza di riallestimento.

STAGIONE 2019-2020

Giovedì 31 ottobre e venerdì 1 novembre si alzerà il sipario sullo spettacolo visto da oltre 8 milioni di spettatori, 2700 performance e 12 anni consecutivi di rappresentazioni a Londra. Prodotto da Ben Elton, in collaborazione con Roger Taylor e Brian May dei Queen, “We Will Rock You” mette in scena 24 tra i maggiori successi della mitica rock band inglese. Lo spettacolo ha debuttato nel 2002 a Londra e rientra nella Top 10 degli show più longevi nella storia del West End.
Dal musical si passa ad una divertita riflessione sulla società attuale grazie al ritorno sulle scene di Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi che, dopo il successo de “I suoceri Albanesi”, propongono al pubblico una commedia sui pregiudizi, i timori, le contraddizioni, le debolezze e le piccolezze della società odierna. “Bukurosh, mio nipote” è il titolo della pièce in scena il 22 novembre.
Non possono mancare i grandi classici e quest’anno sarà “Il misantropo” di Molière, portato in scena il 14 dicembre da Giulio Scarpati e Valeria Solarino, a soddisfare gli spettatori che amano la letteratura. I celebri attori amati dal grande pubblico arriveranno al Teatro La Fenice con un capolavoro che si muove sempre in equilibrio tra commedia e tragedia. Un carosello di
prototipi umani, parodie attualissime dei vizi e dei difetti dell’alta società.
La stagione prosegue il 25 gennaio con “È questa la vita che sognavo da bambino?”, le storie di tre grandi personaggi dalle vite straordinarie che hanno inciso profondamente nella società e nella loro disciplina sportiva. Sarà Luca Argentero a raccontare la vita di Luisin Malabrocca, conosciuto come “l’inventore” della Maglia Nera al Giro D’Italia, dell’alpinista Walter Bonatti e dello sciatore Alberto Tomba.
Il 14 febbraio sarà l’occasione straordinaria di ascoltare il monologo teatrale “Novecento” dalla voce del suo autore, Alessandro Baricco. Elegante, leggero, essenziale ed emozionante, lo spettacolo è stato creato dallo stesso Baricco insieme a Tommaso Arosio, Eleonora De Leo e Nicola Tescari.
A chiudere la stagione, a suon di risate, sarà il duo comico “Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show” con la Jazz Company diretta dal Maestro Gabriele Comeglio. Il 7 aprile sarà una scoppiettante carrellata di voci, imitazioni, sketch, performance musicali,
improvvisazioni ed interazioni con il pubblico ad emozionare la platea con l’inconfondibile marchio di fabbrica dei personaggi che hanno fatto la storia della comicità televisiva degli anni ’90, con un tributo speciale all’indimenticabile Anna Marchesini.

DANZA

Due i palcoscenici che faranno da sfondo alle emozionanti proposte del cartellone della danza: oltre al Teatro La Fenice, anche la Rotonda a Mare ospiterà due dei quattro spettacoli in cartellone.
Un programma a tutto tondo per coniugare il meglio dello stile contemporaneo, le proposte di ricerca del panorama italiano e gli artisti del territorio, che potranno presentare al pubblico il proprio talento.
Si comincia venerdì 11 ottobre con “Divina Commedia – Dall’Inferno al Paradiso”. La No Gravity Dance Theatre presenterà, con uno stile che riprende la grande tradizione barocca del “Teatro delle Meraviglie”, uno spettacolo di danza, musica e canto che vivono insieme creando una sola, grande e potente immagine. Nell’aria si gioca la sfida di questa compagnia: la gravità sembra non esistere più.
Il primo appuntamento di danza alla Rotonda a Mare è quello di sabato 1 febbraio con Nuova Danza Italiana, che si esibisce nella performance “Anticorpi Expo”. Una generazione di artisti rende vivace lo scenario della danza contemporanea italiana, in una serata che presenta alcune delle più interessanti e originali performance emerse dalla Vetrina
della giovane danza d’autore promossa dal Network Anticorpi XL, di cui AMAT è partner per le Marche.
La musica delle arie d’Opera e delle sinfonie simbolo del grande repertorio italiano è la vera protagonista di “Hopera”, in scena l’8 marzo con E.sperimenti Gdo Dance Company. Questo spettacolo è un cambio di prospettiva nell’approccio al patrimonio musicale, in quanto avvicina mondi diversi e contagia il pubblico con leggerezza.
L’ultimo appuntamento con la danza è di nuovo alla Rotonda a Mare il 4 aprile e i veri protagonisti di questo spettacolo saranno i giovani artisti marchigiani, in scena con “Sotto a chi danza!”. Una serata dedicata alle performance dei giovani ballerini del territorio che presenteranno, in forma breve, i propri lavori. Si tratta di un’iniziativa con l’obiettivo di monitorare l’attività dei professionisti e scoprire nuovi talenti, offrendo un’occasione di visibilità ai progetti selezionati da una commissione in un proficuo confronto tra artisti in scena e pubblico.

EVENTI SPECIALI

Da menzionare anche i tre eventi speciali messi a punto per il pubblico de La Fenice. Domenica 29 dicembre andrà in scena “Cenerentola”, una commedia musicale con la regia di Ada Borgiani, su regia originale di Saverio Marconi. La compagnia che salirà sul palco è Rancia verdeblu, la quale trasformerà la favola più amata di tutti i tempi in un musical che divertirà bambini e famiglie.
Il 10 gennaio appuntamento con il balletto di San Pietroburgo che si esibirà ne “Lo Schiaccianoci”, un classico senza tempo, mentre il 15 e 16 febbraio l’ultimo evento speciale sarà “Grease. Il musical” della Compagnia della Rancia, un altro capolavoro da non perdere.

Per maggiori informazioni: www.fenicesenigallia.it

CONDIVIDI
Articolo precedente“Blanco en Blanco” di Théo Court
Prossimo articolo“45 seconds of laughter” di Tim Robbins
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.