“Stanlio & Ollio” di Jon S. Baird

Si può concentrare un sodalizio artistico e umano durato trentacinque anni in poco più di un’ora e mezza? Ci riesce benissimo il regista Jon S. Baird con il contributo della sceneggiatura scritta da Jeff Pope (Philomena) nel bellissimo, delicato e – a tratti – divertente Stanlio & Ollio, racconto di una ultima tournée inglese del duo comico più famoso e amato al mondo. Intere generazioni sono cresciute guardandoli e – a volte – imitandoli.

Stan Laurel e Oliver Hardy erano impeccabili professionisti i cui numeri, che apparivano improvvisati, erano invece frutto di un meticoloso lavoro creativo e di cesello attoriale. Per quanto famosi in tutto il mondo, i loro guadagni non erano certo commisurati alla loro fama: in poche parole erano sottopagati. Una situazione a cui Stan Laurel cerca di ribellarsi, convinto, a torto, che Hardy lo voglia seguire quando decide di cambiare casa di produzione.  

Sedici anni dopo, nel 1953,  l’epoca d’oro dei grandi successi – oltre 107 film tra il 1927 e il 1950 – è finita per i due re della comicità. Il loro futuro è economicamente incerto e loro non sono più giovani. E Oliver Hardy ha problemi di salute.

L’opportunità di recitare di nuovo insieme nei teatri inglesi, di fronte a un pubblico in carne ed ossa è, dapprincipio, solo una occasione per tornare sulle scene e rimpolpare le finanze. Ma durante la tournée, mentre gli spettatori che all’inizio sono pochini, aumentano ad ogni tappa, Stanlio e Ollio scopriranno che il loro successo e le risate che sapevano suscitare  erano anche frutto di una amicizia di cui forse, in passato, non si erano mai resi conto. I teatri si riempiono perche Stanlio e Ollio sono di nuovo in grado di ricreare la straordinaria magia che li aveva resi famosi. 

Steve Coogan e soprattutto John C. Reilly, ci fanno spesso dimenticare, durante il film, di essere solo interpreti e non i veri Stanlio & Ollio. A partire dal celeberrimo balletto “At The Ball, That’s All” davanti al fondale del saloon nel classico I fanciulli del West – allegri vagabondi che apre il film. I due attori, che si sono sottoposti a lunghe sessioni di trucco per apparire e anche per parlare nello stesso modo degli originali, sono in grado di ricreare e ricostruire sullo schermo la chimica straordinaria dei due attori. 

Il film non trascura l’influenza delle mogli Lucille Hardy (Shirley Anderson) e Ida Laurel (Nina Arianda), che mettono a posto tutti i tasselli di una storia ben raccontata, ben diretta, ben scritta e magistralmente interpretata. 

Titolo originale; Stan & Ollie
Regia: Jon S. Baird
Interpreti: Steve Coogan, John C. Reilly, Nina Arianda, Shirley Henderson, Danny Houston, Rufus Jones
Durata: 97′
Distribuzione: Lucky Red
Uscita in Sala: 1 maggio 2019 (cinema)