Il Premio McKim 2013 al maestro Bernardo Bertolucci

American Academy in Rome

L’American Academy in Rome conferisce il prestigioso premio McKim 2013 a Bernardo Bertolucci

Durante la serata benefica di lunedì 27 maggio nella splendida cornice di Villa Aurelia a Roma, avrà luogo la 9° edizione del McKim Gala, serata che vedrà consegnare la prestigiosa McKim Medal all’importante regista, sceneggiatore e produttore, che ha segnato la storia del cinema Italiano e mondiale.

A consegnare la Medaglia McKim al Maestro Bernardo Bertolucci sarà l’attrice Tea Falco. La serata sarà presieduta da Valentina Moncada di Paternò, insieme al presidente fondatore e fiduciario dell’American Academy in Rome, Verdella Caracciolo de Benedictis.

Adele Chatfield-Taylor, presidente e amministratore delegato dell’American Academy in Rome, ha dichiarato: “A nome dell’American Academy in Rome, sono fiera di conferire la McKim Medal 2013 al Maestro Bernardo Bertolucci, uno dei registi più influenti del nostro tempo. Nel corso della sua carriera, Bertolucci ha sfidato l’industria cinematografica, esplorando in modo del tutto innovativo, temi mai trattati prima riguardanti la complessità dell’animo e della condizione umana. Sono grata ai mecenati americani ed italiani e agli sponsor, che anno dopo anno rendono possibile l’organizzazione e il conferimento di questo premio ma soprattutto permettono l’assegnazione delle annuali borse di studio che l’American Academy in Rome mette a disposizione”.

Il talento di Bertolucci ha conquistato il pubblico di tutto il mondo fin dal suo esordio come assistente alla regia di Pier Paolo Pasolini nel celebre Accatone. Debutta alla regia con La commare secca su soggetto di Pasolini. Nel 1964 realizza Prima della rivoluzione, un’opera personale con cui inizia un percorso sull’ambiguità esistenziale e politica che poi continuerà nei suoi film degli anni ‘70. Ottiene enorme successo (e scandalo) con Ultimo tango a Parigi e con il kolossal storico Novecento, seguito da L’ultimo imperatore, vincitore di ben nove premi Oscar. Negli anni ‘90 torna a girare in Italia con Io ballo da sola e L’assedio. Nel 2003 realizza The Dreamers, nostalgico ritorno al ’68 parigino. Nel 2012 esce Il suo ultimo film Io e Te. Tra altri riconoscimenti il regista viene premiato con: il Leone d’Oro del 75esimo a Venezia nel 2007, la Palma d’Oro Onoraria a Cannes nel 2011, e il Premio EFA alla carriera nel 2012.

Il Consiglio di amministrazione dell’American Academy in Rome ha istituito il premio McKim in onore di tutte quelle personalità eccezionali il cui straordinario lavoro, nelle arti e nella letteratura, ha avuto risonanza non solo in Italia e negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo. Nelle precedenti edizioni, infatti, i protagonisti di questo celebre riconoscimento sono stati Umberto Eco, Ennio Morricone, Riccardo Muti, Luigi Ontani, Miuccia Prada, Renzo Piano, CyTwombly e Franco Zeffirelli.

Il McKim Gala ha l’importante obiettivo di finanziare le borse di studio che permettono ai vincitori italiani ed americani di arricchire la propria attività di ricerca e di contribuire all’interscambio intellettuale ed artistico tra i due paesi. I proventi, inoltre, offrono ogni anno ad artisti italiani l’opportunità di entrare a far parte dell’American Academy e sovvenzionano il programma di scambio per ricercatori in discipline umanistiche tra la Scuola Normale Superiore di Pisa e l’American Academy in Rome stessa.

Il McKim Medal Gala inaugura una settimana di speciali iniziative aperte al pubblico presso l’American Academy in Rome come il Fellows Concert, Lettura, e gli Open Studios. La Medaglia McKim La Medaglia McKim è stata istituita dai membri del Consiglio di Amministrazione dell’American Academy in Rome nel 2005, per essere assegnata ogni anno ad un artista o studioso la cui attività conferisca, o abbia conferito, un significativo contributo allearti e alle discipline umanistiche, a livello internazionale, ma con particolare riguardo all’Italia e agli Stati Uniti.

Intitolato a Charles Follen McKim (1847-1909), noto architetto che fondò l’American Academy nel 1894, il premio esprime un riconoscimento ad un personaggio che incarna con il suo lavoro e con la sua stessa esperienza uno scambio creativo e intellettuale tra le arti e gli studi, le lingue e le culture.

La medaglia è stata disegnata per l’American Academy dall’artista CyTwombly e per l’edizione del premio McKim di quest’anno, realizzata e donata dal raffinato gioielliere romanoFabio Salini. Il vino per l’aperitivo del Gala sarà il Guardiola 2011, uno chardonnay prodotto da Passopisciaro, a 1000mt sul fianco nord dell’Etna, la cantina siciliana di Andrea Franchetti, proprietario anche della Tenuta di Trinoro in Toscana.

Il vino per la cena sarà offerto da Vitivinicola Torre Pernice, azienda specializzata nella produzione Vini Doc Liguri di alta qualità. Da anni ormai l’American Academy si affida agli eccellenti chef di California Catering, che per la serata del McKim Gala cureranno anche gli allestimenti.

American Academy in Rome
Una delle principali istituzioni americane all’estero per lo studio e per la ricerca avanzata nelle arti e nelle discipline umanistiche, da oltre 119 anni, l’Academy offre ad alcuni tra i più promettenti artisti e studiosi americani sostegno economico, tempo, un ambiente capace di ispirare la riflessione intellettuale e un profondo scambio culturale. Ogni anno, attraverso un concorso nazionale (Rome Prize), l’American Academy in Rome mette a disposizione fino a trenta borse di studio nelle seguenti discipline: architettura, architettura del paesaggio, artivisive, composizione musicale, design, letteratura, restauro e conservazione, studi classici, studi italiani moderni, studi medievali, studi sul Rinascimento.

L’Academy nomina inoltre alcuni borsisti italiani attivi sia nelle arti che negli studi umanistici. Accoglie inoltre, su invito del direttore, un gruppo di illustri artisti e studiosi da tutto il mondo che partecipano alle dinamiche attività della comunità dell’Academy ospitata nella storica sede del Gianicolo.

L’American Academy, fondata nel 1894 e riconosciuta come istituzione privata con un Atto del Congresso del 1905, si sostiene con donazioni di privati cittadini, fondazioni, aziende e con finanziamenti offerti dai National Endowments for the Arts and Humanities. Delle oltre trenta accademie straniere presenti a Roma, l’American Academy è l’unica a non essere sostenuta interamente dal suo governo, dipendendo prevalentemente dalle donazioni private.

Per ulteriori informazioni:
Milena Sales – tel. +1 646 283 5689 oppure+39 339 380 2290
email: m.sales@aarome.org
Maria Bonmassar – tel. +39 335 490311
email: maria.bonmassar@tiscali.it / maria.bonmassar@gmail.com

www.aarome.org

CONDIVIDI
Articolo precedenteJACOB HASHIMOTO: GAS GIANT
Prossimo articolo“20 anni di meno” di David Moreau
Avatar
Chiara Giacobelli è una scrittrice e giornalista nata nel 1983. Si è laureata a pieni voti in Scienze della Comunicazione e poi Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. E' iscritta all'Ordine dei Giornalisti dal 2006 e ha pubblicato undici libri, tra cui il pluri-premiato saggio biografico "Furio Scarpelli. Il cinema viene dopo" realizzato insieme ad Alessio Accardo di Sky Cinema e al critico Federico Govoni. Nel 2016 è uscito il suo romanzo d'esordio "Un disastro chiamato amore" edito da Leggereditore del gruppo Fanucci. Come giornalista collabora anche con il gruppo Cairo Editore (Bell'Italia e In Viaggio), Affari Italiani, Luxgallery, oltre a tenere un blog culturale sull'Huffington Post. Il suo sito è www.chiaragiacobelli.com, oppure potete seguirla tramite Facebook, LinkedIn e Twitter.