“Dream Horse” di Euros Lyn

Basata su una incredibile storia vera, Dream Horse è una commedia sui sogni che si avverano, sulla tenacia e sulla determinazione che superano ogni difficoltà, ma è anche un film  che usa il sorriso per raccontare quanto continio l’amicizia e la solidarietà in piccole comunità in crisi economica.

Jan Vokes (Toni Collette) si alza ogni mattina per raggiungere il supermercato di quello che era un tempo il villaggio minerario di Cefn Fforest, nel Galles del Sud, dove lavora come addetta alle pulizie e cassiera. Nel pomeriggio si trasforma in barista nel pub locale, non prima di aver visitato gli anziani genitori, bisognosi di cure, e di aver preparato la cena per il marito Brian (Owen Teale) disoccupato, disabile e inseparabile dal divano e dal telecomando.

Amante degli animali, in cerca di una motivazione per spingersi giù dal letto ogni mattina all’alba, Jan viene ispirata dai racconti di uno dei clienti del pub,  Howard Davies (Damian Lewis) – contabile con un passato nel mondo delle corse dei cavalli – e decide di allevare un cavallo da corsa. Con zero esperienza, ma animata da una sana passione e da un inguaribile ottimismo, Jan spende gli ultimi magri risparmi per comprare una fattrice, farla accoppiare e costruire una stalla nel giardino di casa.

Ma allevare cavalli da corsa non è affar semplice, specie se non ci sono soldi, e Jan coinvolge un piccolo, eterogeneo gruppo di amici del villaggio. Quando nasce un puledro, il nome giusto è Dream Alliance, e Jan decide di tentare il tutto e per tutto portandolo dal  migliore trainer di cavalli, che dopo un iniziale scetticismo, ne riconosce “lo spirito, come la padrona” e accetta di addestrarlo. Fin dalle prime corse Dream mostra di avere stoffa da campione e mentre tutto il gruppo di amici lo segue nelle gare e affronta lo snobismo dell’ambiente delle corse di cavalli, Dream diventa, fuori dal circuito, il confidente e il migliore amico di Jan. Quando però sembra che nulla possa fermare il successo di Dream e il gruppo comincia a rifarsi dell’investimento, un brutto incidente potrebbe mettere la parola fine al sogno di Jan e dei suoi amici. Ma anche Dream è un cavallo coraggioso e non tutto è perduto…

Salutato come il ritorno della commedia britannica, Dream Horse ha il suo punto di forza in un cast bene assortito, con Toni Collette, attrice australiana che nella versione originale del film sfoggia un marcato accento inglese, e Damian Lewis in quello del principale sostenitore di Jan in questa avventura. Ma Dream Horse dipinge anche il villaggio con poche e semplici pennellate – i molti negozi chiusi, le strade quasi deserte, il pub unico punto di ritrovo – per collocare la storia di Jan e Dream in un preciso contesto storico e sociale.

Jan – la incontriamo alla fine del film con tutti i veri protagonisti – è diventata un mito locale nel Galles del Sud: con il suo coraggio ha regalato qualcosa in cui sperare non solo a sé stessa e alla propria famiglia, ma a una intera comunità. La sua straordinaria avventura con Dream risale al 2001, è diventata un libro, è stata narrata nel documentario Dark Horse (2015) e oggi ritorna sugli schermi con Dream Horse, regalando agli spettatori una ventata di ottimismo ed energia.

Dream Horse
Regia: Euros Lyn
Interpreti: Toni Collette, Damian Lewis, Owen Teale, Alan David e Lynda BaraonJoanna Page, Karl Johnson, Steffan Rhodri, NIcholas Farrel
Durata: 113 minuti
Distribuzione: Lucky Red
Uscita Italia: 1 luglio 2021 (cinema)