La Stagione Teatrale 2019-2020 del Teatro Busan

La nuova programmazione del Teatro Busan di Mogliano Veneto vedrà alternarsi sul palcoscenico commedia dell’arte, teatro di figura, impegno sociale, musica dal vivo, rivisitazioni drammaturgiche. «Esistono ancora le belle stagioni – ha detto durante la presentazione Giuseppe Emiliani, Direttore Artistico del Teatro – e sono quelle che da qualche anno offriamo al pubblico del Teatro Busan. In linea con gli anni passati abbiamo costruito una proposta che è un mix di grandi attori, performer, musicisti e nuovi talenti della drammaturgia nazionale, per soddisfare le aspettative di un pubblico sempre più numeroso e affezionato, ma anche per fidelizzare coloro che si avvicinano per la prima volta al teatro.».

La stagione avrà inizio venerdì 25 ottobre con Enrico Lo Verso nei panni di Vitangelo Moscarda, protagonista di Uno, nessuno e centomila, l’ultimo romanzo di Luigi Pirandello. Il secondo appuntamento del 15 novembre sarà con Giuliana Musso in La scimmia, tratto da Kafka; il 29 novembre andrà in scena una produzione del Teatro Busan, Le geografie di Giovanni Comisso: cronaca di un viaggio letterario, un’intensa lettura scenica dedicata a Giovanni Comisso e agli itinerari del suo abitare, tra Treviso, il Carso e l’Adriatico, con Margherita Mannino e Francesco Wolf diretti da Giuseppe Emiliani. Chiuderà il 2019 Ascanio Celestini con il suo Barzellette, il divertente racconto di un ferroviere che ama le storie buffe (13 dicembre). Il 3 gennaio spazio all’incanto e alla magia: Michele Cafaggi sarà in scena con Controvento. Storia di aria, nuvole e bolle di sapone, uno spettacolo di sicura emozione; la Stagione proseguirà poi con due appuntamenti fuori abbonamento: il 24 gennaio i Pink Size, con lo spettacolo omonimo, porteranno sul palco del Busan le composizioni e le sonorità dei mitici Pink Floyd mentre il 31 gennaio Gigio Brunello, tra i più importanti esponenti del teatro di figura, si cimenterà con Macbeth all’improvviso, una rivisitazione comica del testo shakespeariano che non ne altera né la forza evocatrice né la poesia delle parole. Il 14 febbraio Stivalaccio Teatro porterà in scena Don Chisciotte, uno spettacolo divertente e rocambolesco in cui anche il pubblico sarà coinvolto. Il 20 marzo Michela Murgia, autrice tra le più impegnate nelle battaglie civili, porterà in teatro Dove sono le donne? un lucido monologo che fissa il suo punto di vista sulla ‘questione femminile’. Chiuderà infine la Stagione il 3 aprile Sentiero De André. Fabrizio, minatore dell’anima o carpentiere di parole? una co-produzione tra Laboratorio Musicale Italiano e Teatro Busan dedicata all’ universo di Faber, che scava nel profondo di un personaggio atipico, cardine, maestro della canzone d’autore.